Antenne di telefonia mobile, un’assemblea pubblica per adeguare il regolamento

Il Comune ha convocato per martedì 12 febbraio cittadini, associazioni, comitati e gestori per fare il punto sull'ubicazione degli impianti nel territorio urbano

JESI – Un’assemblea pubblica per confrontarsi sull’adeguamento del regolamento comunale per l’insediamento dei nuovi impianti di telefonia mobile. Alla luce dello sviluppo tecnologico e delle istanze degli stessi gestori dei servizi di telecomunicazione, l’amministrazione convoca cittadini, portatori di interessi, soggetti pubblici e privati, e ovviamente le aziende direttamente interessate, ad un incontro per confrontarsi sul tema. Appuntamento fissato per martedì 12 febbraio, dalle ore 17, in municipio, piazza Indipendenza.

«L’adeguamento del regolamento in questione – puntualizza il Comune – non prevede l’inserimento di nuovi siti per la telefonia mobile/trasmissione dati, né modifiche di localizzazione dei siti già previsti dal regolamento del 2016».

Gli impianti sono dislocati nelle zone di Corso Matteotti, palasport, via Giani, uscita S.S. 76 Jesi Ovest, Montegranale, via Cannuccia, viale dell’Industria, via Santi, Piazzale dei Divertimenti, Cimitero, parcheggio scambiatore via Marco Polo, zona industriale via Latini, parcheggio area centro commerciale Arcobaleno, acquedotto Multiservizi via Agraria.

L’ubicazione degli impianti elettromagnetici ha creato in passato notevoli polemiche. L’amministrazione, a suo tempo, decise di individuare delle aree pubbliche al fine di scongiurare il proliferare “selvaggio” delle antenne, che in base alla normativa potevano essere installate anche in zone di proprietà privata.

Negli ultimi tempi si è aperto un grosso dibattito sulla rete 5G, che a detta di alcuni scienziati potrebbe essere pericolosa per la salute.