Fondazione Pergolesi Spontini, Il Pd vuole vederci chiaro

Il partito jesino, coordinato dal segretario Stefano Bornigia, intende presentare un'interpellanza per fare chiarezza su quanto accaduto. L'ente teatrale, intanto, scrive agli abbonati informandoli della cancellazione di due titoli della stagione lirica

Stefano Bornigia nuovo segretario cittadino del Pd
Stefano Bornigia, il segretario del Pd di Jesi

JESI – Fare chiarezza per non ripetere più gli errori. È quanto chiede il Pd all’indomani della cancellazione di due titoli della stagione lirica della Fondazione Pergolesi Spontini (leggi l’articolo) e relativo rimborso di biglietti e abbonamenti al pubblico. Una mossa indispensabile a evitare pesanti passivi di bilancio.

«La  difficile situazione in cui versa la Fondazione Pergolesi Spontini nonostante i cospicui contributi che riceve dal FUS è stata dimostrata dai fatti, da una programmazione fallimentare  determinata da cause molto più gravi di un  leggero “stress test” passeggero,  per il quale sarebbe stato davvero sufficiente rinviare un’Opera – scrive il Pd -. Cosa offrirà il nostro Teatro di Tradizione dopo l’unica Opera  rimasta in cartellone almeno fino all’autunno prossimo? Il rimborso dei biglietti  per gli spettacoli annullati di una Stagione Lirica  caratterizzata da rinvii, riassestamenti, false partenze. Per fortuna la Stagione Sinfonica FORM 2018 partirà a brevissimo, ma il vuoto lasciato dall’assenza della ricca Stagione Lirica Jesina non sarà certamente dimenticato. Non è neanche bastato il generoso e considerevole  contributo stanziato dal Comune in un’unica tranche per scongiurare questa débâcle. Preoccupati da tempo per la situazione della Fondazione, riteniamo che sia necessario  ridefinirne  al più presto  le  finalità ed i campi di azione, prevedere dei criteri  per individuare come gestirla in futuro, svolgere un monitoraggio costante delle attività dell’Ente,  affinché sia sempre  visibile e valutabile la  sua situazione  economico- finanziaria, nell’ottica della massima trasparenza. Presenteremo nel prossimo Consiglio Comunale  un’interpellanza in merito – annunciano sempre dalla Casa del Popolo -. Ora che il reale stato della Fondazione è chiaro ed inconfutabile, è necessario non mascherare  gli errori, ma partire dal loro riconoscimento per superarli e restituire al nostro Teatro ed alle attività culturali della città il lustro che meritano. Il PD è pronto, come sempre, ad offrire il proprio contributo».

La Fondazione Pergolesi Spontini, intanto, scrive a quanti avevano già acquistato biglietti e abbonamenti per le due opere cancellate. «Non è mai facile annunciare la modifica di un programma definito da tempo, né tanto meno comunicare agli appassionati la cancellazione di due titoli, ma questo è lo scopo di questa nota – recita la lettera aperta -. Superare le criticità emerse negli ultimi tempi, proseguire con sicurezza le attività produttive con l’obiettivo di mantenere intatti i riconoscimenti ministeriali per la Stagione Lirica di Tradizione e il Festival Pergolesi Spontini, rinnovare il rapporto di fiducia e di affetto instaurato con il pubblico in questi anni di attività, sono gli obiettivi che hanno orientato le recenti decisioni del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Pergolesi Spontini. Ciò ha comportato la cancellazione dei due titoli programmati tra fine gennaio e febbraio 2018, il dittico “Kaffeekantate/Bach Haus” e “Madama Butterfly”, ma al tempo stesso ha avviato la nuova programmazione artistica che verrà resa nota nel prossimo mese di febbraio e che riporterà la Stagione Lirica nella consueta sede autunnale a partire dal 2018.  I biglietti già acquistati e la quota parte dell’abbonamento relativo ai due spettacoli saranno rimborsati. Le persone che fanno vivere la Fondazione Pergolesi Spontini sono grate al pubblico per il sostegno finora ricevuto, confidano nella sua comprensione ed in una rinnovata fiducia nei confronti di una proposta culturale rivolta alla città di Jesi e al territorio, ma capace negli anni di assumere una valenza internazionale. Per ogni informazione ed eventuale necessità il personale di biglietteria è a disposizione dal mercoledì al sabato, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 19.30  (biglietteria@fpsjesi.com – Tel. 0731 206888)».