Psicosomatica, a Moie un incontro

Il corpo reagisce e comunica in vari modi con la mente ed è un perfetto strumento capace di esprimere un disagio mentale e il proprio malessere. Di questo si parla nel confronto organizzato per giovedì al Centro Orao. Tra i relatori, la psicologa Silvia Mercanti

MOIE – Giovedì 17 gennaio (alle ore 21) si svolge, al Centro Orao di via Ascoli Piceno 15, a Moie, un incontro intitolato “Psicosomatica: metafore corporee”. Interverranno, a questa prima edizione, il dermatologo Giorgio Filosa, l’oculista Lucia Mercanti e la psicologa Silvia Mercanti. «La psicosomatica è una branca della medicina e della psicologia clinica volta a ricercare la connessione tra i segnali del che il corpo manda e la sua malattia (ovvero gli avvenimenti, i motivi e le variabili causali di ogni singola malattia o patologia) sempre di natura psicologica. Il disturbo psicosomatico riveste ormai un ruolo importante tra le malattie psichiche poiché evidenzia come il corpo sia un perfetto strumento di comunicazione del disagio mentale», spiegano gli organizzatori.

Si sa che le emozioni sono espresse tramite il nostro corpo. «Per esempo, la paura fa sudare freddo, la rabbia fa venire i bollori, l’amore fa battere il cuore o tremare le gambe e l’ansia fa rallentare la salivazione o venire le farfalle allo stomaco… Chiaramente, si tratta di piccoli esempi che mostrano come il corpo sia strettamente connesso alle emozioni. Ai tempi di Freud questa malattia era definita come disturbo di conversione, e per riuscire a capire esattamente cosa si verificava in questi pazienti, diede vita a una serie di osservazioni che formano i famosissimi Studi sull’isteria. Insomma, con il termine malattia psicosomatica si indicano tutte quelle forme patologiche che si situano tra lo psichico e il corporeo e mostrano manifestazione di una sintomatologia organica imputabile a un mal funzionamento della psiche», concludono.