Club Scherma Jesi, bilancio trionfale «ma Jesi dov’è?»

La società di via Solazzi continua a mietere allori nazionali e internazionali e a lanciare nuovi protagonisti ma è troppo sola. «Ubi Banca e Esitur a parte, imprenditoria e attività locali non hanno mai dato alcun sostegno. Gli jesini se lo meritano tutto questo?»

Ai lati Francesco Ingargiola e Tommaso Marini, oro e bronzo agli Italiani, al centro Valentina Vezzali e Maria Elena Proietti Mosca.

JESI – «La stagione agonistica 2017-18 per il Club Scherma Jesi si chiude nel modo migliore, riuscendo a iscrivere nell’albo d’oro un altro record: aver conquistato il titolo italiano assoluto sia nel fioretto femminile, con Alice Volpi, sia nel maschile, con Francesco Ingargiola. Cosa mai accaduta prima fino ad oggi». Alberto Proietti Mosca, presidente del Club Scherma Jesi traccia così il bilancio sportivo della società di via Solazzi dopo gli Italiani Assoluti disputati a Milano.

«Se poi – aggiunge Proietti Mosca – andiamo a considerare che Tommaso Marini ha conquistato il titolo italiano giovani per il secondo anno consecutivo e Sofia Giordani quello dei giovanissimi, non possiamo non affermare con orgoglio che il Club Scherma Jesi si ripropone quale migliore società italiana nell’arma del fioretto, con la concreta possibilità di restarci ancora per molto visto la bravura delle giovani leve». Non basta. «A Milano Elisa Di Francisca, alla sua prima gara ufficiale dopo la pausa per la nascita del figlio Ettore, ha occupato il quinto posto del podio, risultato che rafforza la sua volontà di partecipare alle prossime Olimpiadi. Al settimo posto troviamo Beatrice Monaco delle Fiamme Gialle/ C.S. Jesi, al 13esimo Elena Tangherlini dell’Esercito/ C.S. Jesi, al 15esimo Serena Rossini delle Fiamme Gialle/ C.S. Jesi e al 27 esimo l’altra atleta del C.S. Jesi Matilde Calvanese».

Anche nelle gare a squadre di categoria A il Club scherma Jesi è riuscito a riconfermare per la propria compagine la massima categoria con le atlete Elena Tangherlini, Matilde Calvanese, Martina Manzoli e Bendetta Ballirano, che hanno dovuto combattere contro le proprie compagne di sala che tiravano nelle squadre delle armi di appartenenza. Stessa riconferma era già avvenuta con la squadra maschile composta da Tommaso Marini, Cesare Gaggiotti, Leonardo Pieralisi ed Enrico Pilli. «Ma anche nella categoria Master- ricorda il presidente- il Club Scherma Jesi ha dato il suo contributo per la conquista dell’oro a squadre agli Europei con la partecipazione dell’atleta Dino Vannucci, che si era già aggiudicato l’argento nel campionato Italiano di 2° categoria e l’oro nella rispettiva Coppa Italia».

C’è poi l’impegno delle giovani leve, che sempre più spesso salgono sul podio di gare nazionali e interregionali come Francesca Morici, argento nella seconda prova Open categoria allieve disputata a Frascati, sono state quinta Beatrice Fava e sesta Alessia Giardinieri.

Il presidente della Federscherma Giorgio Scarso premia Giovanna Trillini.

«La Federazione Italiana Scherma attinge sempre più spesso nel vivaio del Club Scherma Jesi per rinnovare le compagini nazionali, Così come già avvenuto con Ingargiola, ha inserito Tommaso Marini, che sta catalizzando su di se l’attenzione per le sue eccellenti prestazioni nella nazionale assoluta impegnata nella prova di coppa del Mondo di categoria A a San Pietroburgo . Stessa cosa è avvenuta a Leonardo Pieralisi e Lucrezia Cantarini, inseriti nella squadra nazionale giovani impegnata nei campionati Europei anche in considerazione dei risultati ottenuti negli ultimi giochi del Mediterraneo».

Ma c’è anche una nota negativa. «Ringraziamo l’unico sponsor Ubi-Banca, che ha sostenuto fino ad ora il Club. Altrettanto non si può fare con l’imprenditoria e le attività economiche e finanziarie locali, che non hanno mai dato alcun sostegno a questa eccellenza che tutto il mondo ci invidia. L’unica eccezione l’agenzia Esitur, grazie all’impegno di Daniele Crogaletti con il quale siamo riusciti a far decollare un Campus Internazionale. A questo punto torna in mente il ritornello di una canzone goliardica scritta dagli Onafifetti in occasione dei festeggiamenti delle olimpioniche che recitava “……ma gli Jesini se lo meritano tutto questo?”».

Ecco il quadro completo: Francesco Ingargiola Campione Italiano Assoluto 2018; Tommaso Marini Campione Italiano Giovani 2018 e Oro Coppa del Mondo Giovani 2018; Alice Volpi Campionessa Italiana Assoluti 2018; Sofia Giordani Campionessa d’Italia Giovanissime 2018; Andrea Chiaramonti (3° cat. Allievi G.P.G. 2018); Federico Greganti (3° cat. Ragazzi G.P.G 2018); Leonardo Pieralisi e Lucrezia Cantarini Oro a squadre ai Giochi del Mediterraneo 2018; Elena Tangherlini Argento a squadre Europei 2018; Serena Rossini Argento Giovani a squadre Europei 2018; Dino Vannucci Argento Master a squadre Europei 2018.