Cinghiali vicino la scuola Monte Tabor, Lucaboni: «Polmone verde abbandonato»

L'ex candidato sindaco interviene sull'area verde di via XX Luglio dopo l'avvistamento, lunedì scorso, di una coppia di ungulati nel giardino scolastico: «Va riqualificata»

via XX luglio jesi
Via XX Luglio a Jesi

JESI – Controlli nella zona di via XX Luglio dopo l’avvistamento di una coppia di cinghiali nel giardino della scuola Monte Tabor (leggi l’articolo). Evento che si è ripetuto oggi pomeriggio, 15 dicembre: ancora in coppia, gli animali sono di nuovo stati visti nella stessa area.

Sulla presenza di questi animali interviene Massimiliano Lucaboni, ex candidato sindaco: «Di recente mi sono occupato su segnalazione dei residenti di quell’enorme polmone verde completamente abbandonato a se stesso che sta proprio nella zona descritta e che arriva fino a via Staffolo. Sembra certo che proprio da quella radura interna alla nostra città siano arrivati i due cinghiali avvistati alla scuola Monte Tabor. Questo dimostra se ce ne fosse ancora bisogno quanto sia necessario un intervento di riqualificazione di tutta quell’area».

Massimiliano Lucaboni

A quanto sembra, infatti, i cinghiali sarebbero arrivati dall’area verde davanti alla scuola. «Serve riqualificazione – prosegue Lucaboni – Non solo per la flora ed ora abbiamo visto la fauna presente ma anche perché la totale incuria in cui viene lasciata quella zona diventa una situazione di pericolo per tutti i residenti e non solo. Non intervenire in quell’area è una mancanza colpevole per quello che concerne sia la sicurezza degli abitanti della zona sia di eventuali specie animali nel parco, ma sopratutto è mancanza totale  di una idea di verde fruibile che dopo anni di incuria potremmo restituire alla nostra città».