Castelplanio, pranzo di Natale con le giovani rifugiate africane

Al centro di spiritualità "Sul Monte" pranzo in comunità. Domani le giovani saranno protagoniste dello spettacolo "Je suis dans la joie" alla sala comunale con danze, canti e parole sulla Natività

Un momento insieme al centro di spiritualità "Sul Monte" di Castelplanio

CASTELPLANIO – Un Natale con la luce e il calore dell’amicizia. Oggi, 25 dicembre, le giovani donne, provenienti dall’Africa, rifugiate a Castelplanio, pranzeranno con la comunità delle suore al Centro di Spiritualità “Sul Monte”.

«Il Cristo nasce povero, fuori dei grandi palazzi dei ricchi, perchè “fuori” c’è posto per tutti, anche per chi arriva all’improvviso e da lontano. Presso la Grotta tutti siamo fratelli e sorelle… e ci possiamo accogliere con tanto affetto e gioia», sottolinea suor Anna Maria Vissani.

Prove per lo spettacolo “Je suis dans la joie”

Domani, 26 dicembre, poi, le stesse giovani rifugiate, Clotilde, Vanessa, Berline, Faith e Ayodele, affiancate da Mariasole e Alessia e accompagnate dalle percussioni di Yacou, saranno protagoniste di uno spettacolo di danze, canti e parole sul Natale dal titolo “Je suis dans la joie“, che si terrà alla sala comunale, alle ore 17.30 nell’intervallo della grande tombola del paese, organizzata dalla Pro loco.

Prove per lo spettacolo “Je suis dans la joie”

La comunità del Centro di spiritualità e Noemi Donati hanno preparato lo spettacolo con il gruppo, che si è definito “Amiche sincere“, da circa 4 mesi, come momento di incontro e di creatività. Un’occasione di auguri tra culture diverse.