Arte di strada: un nuovo murale a Jesi

Fervono i preparativi per la sesta edizione della rassegna “Basement, art and street culture” che per tre giorni porterà in città tatuaggi, illustrazioni, cortometraggi, musica e fumetti. A San Giuseppe il secondo murale

Il murale a San Giuseppe
Il murale a San Giuseppe

JESI – Prime pennellate stamattina in via San Giuseppe per il secondo murale del progetto “Chromaesis”.

L’opera “Speci Migranti” viene eseguita nella parete interna dei civici 4 e 6 e in quella che affaccia su via San Giuseppe da Nicola Alessandrini e dalla compagna Lisa Gelli, che termineranno i lavori il 2 novembre prossimo. Tanti i residenti incuriositi che hanno chiesto ai due artisti l’oggetto del loro lavoro: Alessandrini e Gelli hanno preso spunto da una nitticora, un volatile raro che vive a Ripa Bianca.

Quest’anno il progetto “Chromaesis” del Polo Culturale Comunale ha trovato un contenitore importante nella rassegna Basement, art and street culture” che si terrà in luoghi pubblici e locali privati di Jesi da venerdì 17 a domenica 19 novembre. La tre giorni è dedicata a diverse sfumature della stessa interpretazione contemporanea dell’arte: tatuaggi, illustrazioni, cortometraggi, musica, fumetti, sport di strada. A partire da venerdì 17 novembre, il centro storico sarà animato da mostre itineranti, tra cui quella di Nicola Alessandrini e Lisa Gelli che sarà allestita in Pinacoteca, live painting e percorsi musicali con artisti provenienti da tutta Italia che porteranno il pubblico nei locali partner di questa edizione: Comida, Poldo, Jack Rabbit, Rambaldus, La Picca, Rosso Intenso e Man Cave.

Murale-San-Giuseppe-Basement-3
Murale a San Giuseppe, il dettaglio dell’opera