Sassoferrato: trasporto pubblico locale, agevolazioni in vista

Possono presentare domanda i soggetti che abbiano necessità di fruire dei servizi per i propri spostamenti quotidiani, residenti nel comune sentinate. Termine ultimo per presentare le domande, il 28 febbraio

Veduta di Sassoferrato

SASSOFERRATO – Educare a percorsi di buona mobilità è l’obiettivo del progetto a cura del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, che ha finanziato l’iniziativa con una quota di un milione di euro. Altri settecento mila euro derivanti dagli enti partner.

Il comune di Sassoferrato concederà delle agevolazioni tariffarie per il trasporto pubblico locale casa-scuola. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è fissato per il prossimo 28 febbraio.

Cofinanziato dal “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro” del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Direzione Generale per il Clima e l’Energia (Decreto Ministeriale n. 208 del 20 luglio 2016), le cui azioni garantiranno la promozione e il potenziamento della mobilità sostenibile nei territori interessati che, rientranti in una strategia di area vasta, produrranno indubbi e diffusi benefici all’ambiente e alla popolazione.

Tra gli enti coinvolti il Comune di Sassoferrato «intende così concedere agevolazioni tariffarie sotto forma di buoni di mobilità per l’acquisto di abbonamenti al servizio di trasporto pubblico locale riferiti all’anno scolastico 2018/2019 in favore di soggetti che effettuano quotidianamente spostamenti casa-scuola con destinazione finale uno degli istituti scolastici con il quale si è sottoscritto, o è in fase di sottoscrizione, uno specifico protocollo d’intesa».

Possono presentare domanda i soggetti che abbiano necessità di fruire dei servizi di TPL per esigenze di studio o di lavoro per i propri spostamenti quotidiani. Chi insomma risiede nel territorio del Comune di Sassoferrato, frequenta nell’anno scolastico 2018/2019 o presta la propria attività lavorativa, in qualità di Personale docente, educativo o ATA, in uno degli Istituti scolastici con il quale si è sottoscritto o è in fase di sottoscrizione, di uno specifico protocollo d’intesa può presentare la richiesta secondo i criteri previsti. La domanda dovrà contenere tutte le informazioni richieste e dovrà essere presentata entro il prossimo 28 febbraio con allegata la certificazione Isee in corso di validità.