Colloqui di lavoro in piazza per Mcdonald’s

Al via gli oltre 80 colloqui individuali per le persone che faranno parte dello staff del nuovo ristorante in via Dante a Fabriano, che dovrebbe aprire entro Pasqua. Sono oltre 300 i curricula ricevuti per i 30 nuovi posti

I partecipanti ai colloqui individuali

FABRIANO – È arrivato oggi a Fabriano il McItalia Job Tour, l’evento itinerante di selezione del personale che viene organizzato per le nuove aperture McDonald’s in tutta Italia.

Dalle 10, in piazza del Comune hanno preso il via i colloqui individuali per le persone che lavoreranno nel nuovo ristorante in via Dante che dovrebbe aprire i battenti entro la prossima Pasqua. Sono oltre 300 i curricula ricevuti per i 30 nuovi posti di lavoro previsti per il ristorante che aprirà a Fabriano. I principali requisiti richiesti ai candidati sono la predisposizione al lavoro in team e al contatto con il cliente.

Ai colloqui individuali di oggi sono stati convocati oltre 80 candidati che hanno già superato le prime due fasi di selezione online inserendo il proprio curriculum e rispondendo alle domande di un test sul sito mcdonalds.it. Nel corso della giornata i partecipanti hanno avuto la possibilità di incontrare i dipendenti degli altri ristoranti della zona per farsi raccontare la loro esperienza in azienda. I candidati selezionati saranno inseriti in un percorso di formazione propedeutico alle loro mansioni nel nuovo ristorante.

«Negli ultimi due anni, McDonald’s Italia ha assunto oltre 3.000 persone, la maggior parte dei quali nella fascia d’età 18 e 24 anni. Nei 580 ristoranti McDonald’s in tutta Italia lavorano oltre 23.000 dipendenti che servono ogni giorno quasi 1 milione di clienti. Le donne sono il 62% dei dipendenti totali e le direttrici rappresentano il 50% degli store manager. L’età media dei dipendenti è di 31 anni e ben il 55% di essi ha un’età inferiore ai 29 anni. I lavoratori studenti sono il 32%. Il 92% dei dipendenti McDonald’s è assunto con una forma contrattuale stabile. Nel sistema McDonald’s il merito, le pari opportunità e la crescita professionale sono pilastri fondamentali. Attraverso la formazione chiunque può arrivare a ricoprire ruoli di responsabilità a livello nazionale e internazionale. Studenti al primo impiego o mamme lavoratrici, cittadini stranieri o lavoratori in cerca di nuove sfide, a tutti sono offerte le medesime opportunità e gli stessi strumenti organizzativi, formativi e professionali», fanno sapere dalla multinazionale.