Fabriano: presentati i corsi di Face The work, progetto rivolto ai giovani

Il progetto, completamente gratuito, si rivolge a 20 partecipanti, residenti nella Provincia di Ancona, di età fino a 35 anni, in qualunque condizione occupazionale e con qualunque titolo di studio. Le domande dovranno pervenire entro le 12 del 5 aprile prossimo

FABRIANO – Entra sempre più nel vivo il Progetto FaCe the Work. Tanti gli Enti e Istituzioni coinvolte. Il progetto che ha come partenariato la Provincia di Ancona (Capofila), il Comune di Fabriano, il Comune di Cerreto D’Esi, Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”, le associazioni di Fabriano Circolo Arci “Il Corto Maltese”, Associazione culturale Microclima, Associazione culturale Polis-Arte, Pastorale giovanile diocesana, Azione Cattolica Diocesi di Fabriano-Matelica ed ha un budget di 180.000 euro e la durata di 12 mesi, si rivolge a giovani dai 16 ai 35 anni con l’obiettivo di coinvolgere i beneficiari in percorsi di apprendimento attivo volti al rafforzamento di lifeskills e competenze specifiche da sperimentare nella realizzazione del proprio percorso professionale.

Questa mattina, l’assessore alle Attività produttive, Barbara Pagnoncelli, ha presentato l’avvio dei corsi. «Il progetto formativo, finalizzato alla crescita delle competenze personali, punta al miglioramento delle life skills e delle conoscenze spendibili a livello professionale. Nello specifico, il corso si incentra su quella serie di capacità organizzative, gestionali, digitali e comunicative che si rivelano sempre più necessarie all’interno di un mercato del lavoro in forte cambiamento. Il percorso formativo mira dunque a fornire alcuni strumenti operativi e un quadro di conoscenze teoriche in grado di facilitare l’inserimento lavorativo e l’auto-imprenditorialità. Sono infatti sempre più numerose le imprese che richiedono ai futuri dipendenti buone doti di problem solving, di networking, di social media management, di elaborazione grafica, di conoscenza digitale e di progettazione. Il possesso di queste capacità appare sempre più importante anche nella gestione delle attività economiche individuali, collegandosi direttamente alle loro possibilità di successo», ha evidenziato l’assessore di Fabriano, durante la conferenza stampa alla quale erano presenti anche il sindaco Gabriele Santarelli e il vicesindaco Ioselito Arcioni.

Il progetto, completamente gratuito, si rivolge a 20 partecipanti, residenti nella Provincia di Ancona, di età fino a 35 anni, in qualunque condizione occupazionale e con qualunque titolo di studio. Considerando che il progetto è l’esito di una collaborazione con i Comuni di Fabriano e Cerreto D’Esi 5 posti sono riservati ai residenti di questi due Comuni. Le domande andranno presentate entro le 12 del 5 aprile prossimo. Nel caso in cui il numero dei candidati in possesso dei requisiti previsti dal bando sia superiore al numero dei posti disponibili, l’ammissione al corso sarà subordinata al superamento di un processo di selezione per titoli e colloquio. Oltre al curriculum, sarà previsto un colloquio motivazionale. Saranno oggetto di valutazione anche la conoscenza di una lingua straniera ed eventuali esperienze nel mercato del lavoro attinenti ai temi trattati nel percorso formativo.

Oltre ai singoli moduli, previsti seminari integrativi sui temi dell’imprenditorialità, dell’impresa e del mercato del lavoro e seminari integrativi organizzati in collaborazione con il Punto Impresa Digitale della Camera di Commercio di Ancona, incentrati sull’orientamento all’auto-imprenditorialità Il corso si terrà a Fabriano la prima lezione il 20 aprile e terminerà a luglio. Le lezioni, di durata compresa tra le 2 e le 4 ore, si terranno nei pomeriggi di giovedì e venerdì e il sabato mattina.

Le lezioni verteranno su questi argomenti: Co-progettazione del percorso formativo; La propensione imprenditoriale e lo sviluppo dell’imprenditorialità (seminario int.); Il nuovo mercato del lavoro: cambiamenti e prospettive; Marketing e comunicazione; Grafica e immagini per il web; Video per il web; Scrittura per il web; Imprenditorialità e libera professione (uscita conoscitiva in realtà a forte tasso di innovazione); I social network; Digitalizzazione e sistemi informativi; Progettazione e ricerca finanziamenti; Realizzare un business plan; Il ruolo del coworking nel mercato del lavoro; Start-up innovative. Uno sguardo all’evoluzione del fenomeno (seminario int.); Servizi di orientamento e opportunità per l’autoimprenditorialità (seminario int.); Creare la propria impresa. Una simulazione guidata tra pratiche e procedure (seminario int.); Incontro finale: valutazione e cerimonia.