Cinema e non solo… un bel successo il Festival di Precicchie

Agli archivi la XXII edizione del Premio Cinematografico e Televisivo nella frazione fabrianese, con ospiti di rilievo (Paola Minaccioni, Giuseppe Battiston, Nicolò Ammaniti...) e numerosi eventi collaterali che hanno coinvolto il pubblico e gli stessi protagonisti. I nomi dei vincitori dei concorsi foto e video

L'attore Giuseppe Battiston intento a fare la carta a mano al Museo di Fabriano
L'attore Giuseppe Battiston intento a fare la carta a mano al Museo di Fabriano

FABRIANO – Ha riscosso un bel successo di pubblico la XXII edizione del Premio Cinematografico e Televisivo “Castello di Precicchie”. Dopo aver ospitato venerdì 6 luglio l’attrice comica Paola Minaccioni, sabato 7 si è proseguito con l’autore Niccolò Ammaniti, il regista Lucio Pellegrini e gli interpreti Sergio Albelli, Elena Lietti e Lorenza Indovina dalla serie tv Sky “Il Miracolo”, per concludere domenica 8 luglio con l’attore Giuseppe Battiston che – ricordando la sua precedente partecipazione al Premio del 2004 come giovane attore – ha ripercorso insieme al pubblico la sua straordinaria carriera che lo vede, tra protagonista e comprimario, in quasi cinquanta film. Battiston, tra l’altro, ne ha anche approfittato per conoscere meglio il territorio fabrianese visitando la città, la Pinacoteca Civica e il Museo della Carta.

Un folto pubblico, sempre domenica, ha assistito ad uno degli eventi collaterali, la tavola rotonda sul tema “CIBO 4.0 – 2018 #annodelciboitaliano: da bisogno a opportunità”, seguita dalla degustazione di prodotti tipici locali.

Grande attesa anche per la premiazione delle foto e del video vincitori della prima edizione del premio “Diatech: le Marche nel Futuro”, nato al fine di promuovere a livello internazionale la cultura delle Marche e sostenuto dall’azienda Diatech Pharmacogenetics. Sono stati oltre duecento i lavori, tra video e foto, arrivati per il concorso; la giuria, composta dal regista Maurizio Ponzi, dall’architetto e fotografa Cristina Paladini e da Stefania Benatti, Direttore Fondazione Marche Cultura, ha selezionato venti finalisti per la sezione foto, in mostra in una delle sale del Castello, tra cui i tre vincitori e un vincitore assoluto per quella video.

Le opere presentate dovevano avere come oggetto il territorio delle Marche raccontato con immagini in grado di dare risalto ad alcune sue peculiarità, siano esse legate al paesaggio, al tessuto sociale, all’industria/artigianato, al turismo, all’enogastronomia, all’arte ecc. e che diano l’idea di voler promuovere e/o salvaguardare il territorio stesso.

A vincere il concorso fotografico, dunque, è stato Giulio Brega con la foto “Fabriano. Teatro Gentile”, seconda Cristina Morettini con “Fragile”, terzo Giampiero Bacchiocchi con “Le pennellate del contadino”.

Per quanto riguarda il concorso video, a vincere è stato Lorenzo Papi con “Vola solo chi osa farlo”.

Il premio della giuria popolare attraverso i “social” ha visto vincitore a livello fotografico Carlo Torelli con “Senigallia. La rotonda sul mare” con 492 like, secondo Matteo Traballoni con “Il Valadier” (438 like) e terzo Massimo Ballanti con “Gli occhi del futuro” con 298 like.