Cerreto D’Esi: alla guida con una patente falsa della Macedonia, denunciato e multato

Il 26enne macedone è residente a Castelraimondo e, al controllo dei carabinieri, ha esibito una patente del suo Paese che era priva dei segni anti-contraffazione. Oltre alla denuncia per uso di atto falso, comminata una multa da 5 mila euro

Auto carabinieri

CERRETO D’ESI – Alla guida dell’auto con la patente risultata falsa, i carabinieri di Cerreto D’Esi i denunciano un 26enne macedone, residente a Castelraimondo, per uso di atto falso. Comminata anche una multa da 5mila euro. Non è la prima volta che si verificano casi del genere, soprattutto per quel che riguarda i tagliandi delle assicurazioni. Con grave rischio in caso di incidente stradale.

Continua senza sosta l’attività messa in piedi dai carabinieri della compagnia di Fabriano, in collaborazione con i colleghi delle varie stazioni presenti nel territorio. Il tutto per prevenire qualsiasi tipologia di reato, soprattutto quelli predatori, ma anche il consumo e spaccio di sostanze stupefacenti.

In uno di questi servizi di presidio del territorio, nel pomeriggio di qualche giorno fa, i carabinieri della stazione di Cerreto D’Esi, coordinati dai colleghi di Fabriano, hanno istituito un posto di controllo alla periferia del paese dell’entroterra anconetano, lungo la strada che collega Cerreto D’Esi a Matelica.

Diverse le automobili in transito fermate e controllate. A un certo punto, è stato intimato l’alt a una Golf, sul quale viaggiava il 26enne macedone, da molto tempo residente a Castelraimondo, in possesso di regolare permesso di soggiorno.

I militari hanno chiesto al giovane di esibire i documenti, i classici patente e libretto di circolazione del mezzo. Il 26enne, molto calmo e tranquillo, ha consegnato il tutto ai carabinieri di Cerreto D’Esi. La patente, in formato tessera, era stata rilasciata dagli organi competenti della Macedonia. Ma qualcosa non quadrava.

Vi era si, il nome e il cognome del 26enne, ma alcuni particolari non hanno convinto i militari. Hanno interrogato le varie banche dati nazionali e internazionali, consultando anche i colleghi della Macedonia. Ed è subito emerso che la patente era chiaramente falsa in quanto priva dei segni anti-contraffazione utilizzati nella nazione balcanica.

La patente falsa è stata sequestrata, il 26enne denunciato per uso di atto falso e comminata una multa da 5mila euro.