Best of the Apps per gustare i sapori delle terre colpite dal sisma

Un viaggio solidale nei sapori degli Appennini ideato e sviluppato dalla digital company Websolute per Fondazione Aristide Merloni e Fondazione Vodafone Italia, nel quadro del progetto "Save the Apps"

Alcuni dei prodotti di Best of the apps
Alcuni dei prodotti di Best of the apps

«Esplorare, conoscere e assaporare il cuore dell’Italia. Un’esperienza unica e indimenticabile che aiuterà un territorio ferito a risorgere». Con questo spot si presenta il nuovo sito “Best of the Apps”, un viaggio solidale nei sapori degli Appennini ideato e sviluppato dalla digital company Websolute per Fondazione Aristide Merloni e Fondazione Vodafone Italia. La piattaforma è stata presentata nei giorni scorsi a Roma da Francesco Merloni presidente di Fondazione Aristide Merloni, da Enrico Resmini presidente di Fondazione Vodafone Italia, e dai rappresentanti di Websolute e di Amazon Italia. Si tratta di uno dei tre progetti del più ampio programma “Save the Apps – Apennines Discovery”, iniziativa promossa dai due autorevoli enti no profit per rilanciare l’economia e il turismo dell’Appennino dell’Italia centrale, messo in ginocchio dal terremoto del 2016.

Francesco Merloni presidente di Fondazione Aristide Merloni ed Enrico Resmini presidente di Fondazione Vodafone Italia, alla presentazione di “Best of the Apps”

Collegandosi al sito bestoftheapps.it  si è proiettati in un viaggio fra Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio, per acquistare online prodotti di qualità, conoscere la storia dei produttori, votare le aziende e infine scoprire luoghi ricchi di fascino, appuntamenti e itinerari dove poter trascorrere una vacanza o una gita. Dalla home page è possibile scegliere fra quattro categorie di prodotti (olio, salumi, formaggi e confetture), oltre 100 le referenze per ogni categoria, per un totale di 135 produttori in larga parte dei territori compresi nel cratere sismico, ma anche di territori limitrofi. Numeri importanti e che vogliono crescere nel tempo. La vendita avviene sul marketplace Amazon, dove è nata l’apposita vetrina “Best of the Apps”: quando dal sito bestoftheapps.it si completa il carrello con tutti i prodotti desiderati, la fase dell’acquisto avviene in una sola operazione tramite piattaforma Amazon. Se il prodotto non è disponibile per l’immediato acquisto online, si scarica un coupon da presentare direttamente al produttore o nelle varie sagre e manifestazioni sul territorio, incentivando il turismo.

«Dare un futuro alle aree terremotate rilanciando l’Appennino è l’obiettivo chiave del progetto. Il sito non nasce da una specifica esigenza commerciale, ma ha una visione più ampia» spiega Claudio Tonti, direttore creativo di Websolute. «Una volta spenti i riflettori dei mass media, si voleva continuare a dare visibilità, ma in chiave positiva, a quei territori ricchi di eccellenze gastronomiche uniche. Così anche l’aspetto del voto non traduce semplicemente il gradimento del prodotto o del brand, ma rappresenta una forma di condivisione e supporto morale per la storia aziendale, che spesso è la storia di una famiglia la cui vita è stata profondamente segnata dal terremoto».

Il progetto “Save the Apps” si articola in tre sottoprogetti: il sito Best of the Apps, destinato alla promozione dei prodotti tipici e delle specificità del territorio; la app “Camminatori dello Spirito” (in via di sviluppo, anche questa realizzata da Websolute) che offre una mappatura di itinerari, sentieri e percorsi fra eremi, abbazie millenarie; “La produzione di nocciole“, per rilanciare l’agricoltura nel territorio dell’Appennino sfruttando le nuove tecnologie all’insegna di innovazione e sostenibilità.