La Ristopro Fabriano vince a Catanzaro, ma che fatica!

I cartai nel finale la spuntano 75-79 sui calabresi e rimangono al secondo posto in classifica con 28 punti insieme a Chieti e Bisceglie. Partita sofferta, senza l'infortunato Gatti

Il capitano Filiberto Dri, migliore in campo della Ristopro Fabriano nella vittoria a Catanzaro
Il capitano Filiberto Dri, migliore in campo della Ristopro Fabriano nella vittoria a Catanzaro

CATANZARO – Soffre molto più del previsto la Ristopro Fabriano per vincere sul parquet della penultima della classe, la Mastria Vending Catanzaro. Alla fine il tabellone dice 75-79 per i cartai, che però hanno dovuto sudare fino agli ultimi secondi per portare a casa i due punti. 

Grazie a questa vittoria, la Ristopro Fabriano riesce a mantenere il passo di Chieti e Bisceglie al secondo posto in classifica con 28 punti, mentre segna il passo Pescara (sconfitta a Porto Sant’Elpidio e quindi ferma a 26).

Se da un lato, in casa fabrianese, c’è da gioire per l’immediato ritorno alla vittoria (dopo la sconfitta di domenica scorsa con Chieti) e per una classifica che sorride pienamente, dall’altro c’è da meditare per la sofferenza con cui è arrivato il successo in terra calabrese.

Ha certamente pesato l’assenza di Gatti (Fabriano si è presentata in nove a Catanzaro), ma la Ristopro ha dovuto fare i conti anche i problemi di falli, i tanti errori ai liberi e un gioco non sempre fluido.

Equilibrati i primi due quarti della partita (20-21 al 10’, 38-40 al 20’), poi Fabriano tenta di andar via dopo il riposo lungo, raggiungendo anche il +12 con i contropiede di Filiberto Dri, senza riuscirci completamente, perché al 30’ si è di nuovo a contatto (55-60).

La Ristopro non riesce a dare continuità alla sua azione e così Catanzaro ne approfitta per rovesciare completamente la frittata in proprio favore: 69-68 a 3’ 24” dal termine. Serrando i ranghi, i cartai tornano a difendere e a ripartire in attacco, portandosi avanti di quattro (71-75) grazie a un 2/2 ai liberi di Bryan, fin lì impreciso dalla lunetta. Ma i calabresi non si danno per vinti e Locci a 10” dalla fine segna il 75-77. Catanzaro ovviamente fa fallo sistematico e Dri ne mette 1/2 dalla lunetta per il 75-78. Qui, i padroni di casa perdono una sanguinosa palla a metà campo, ne approfitta Monacelli che a sua volta fa 1/2 ai liberi per il conclusivo 75-79 in favore di Fabriano.

La Ristopro torna dalla lunghissima trasferta calabrese con due punti che sono oro, per come si era messa…

Classifica – San Severo 38; Chieti, Fabriano e Bisceglie 28; Pescara 26; Senigallia 24; Corato 20; Civitanova, Ancona, Nardò e Giulianova 18; Porto Sant’Elpidio e Teramo 12; Catanzaro 6; Campli -4.

Il tabellino

MASTRIA VENDING CATANZARO – RISTOPRO FABRIANO = 75-79
MASTRIA VENDING CATANZARO – Gaetano 11, Calabretta 4, Klacar 2, Scala, Mavric 11, Procopio 6, Markovic 10, Locci 14, Dolce, Medizza 5, Dell’Uomo 3, Gobbato 9. All. Furfari
RISTOPRO FABRIANO – Dri 30, Paparella 13, Cimarelli 3, Monacelli 7, Bordi 2, Bryan 7, Mencherini, Masciarelli 6, Morgillo 11. All. Fantozzi
PARZIALI – 20-21, 18-19, 17-20, 20-19
ARBITRI – Roca di Avellino e Tammaro di Montecorice (Sa)