“La distanza della luna”, Calvino tra musica e animazione

Matteo Fioravanti, ingegnere elettronico con la passione per la musica e Simone Mosca, grafico nella vita e attore per diletto, portano in scena, nella biblioteca di Moie, un racconto tratto da “Le Cosmicomiche”

Biblioteca la Fornace di Moie di Maiolati Spontini (foto di Edoardo Borgiani)

MOIE – Una lettura teatrale fra suoni e musica, passando per Calvino. È quanto propone lo spettacolo “La distanza della Luna”, un racconto scenico tratto da “Le Cosmicomiche” di Italo Calvino in programma domenica 20 gennaio (ore 18) alla biblioteca La Fornace di Moie, ad ingresso gratuito.

Il brano di Italo Calvino viene raccontato con suoni, musica e immagini da Matteo Fioravanti, ingegnere elettronico con la passione per la musica, e da Simone Mosca, grafico nella vita e attore per diletto. Fioravanti cura musica e video mentre Mosca è la voce recitante. Il progetto dei due artisti è quello di mettere in scena la lettura di testi d’autore attraverso molteplici canali comunicativi: lettura espressiva, musica elettronica e animazioni digitali.

Intanto, sabato 19 gennaio (ore 10.30), sempre alla biblioteca La Fornace, tornano iSabati da …favola”, letture per bambini da 0 a 6 anni a cura del Gruppo Lettori Volontari Nati per leggere.