Chiaravalle, un libro e le opere di Alighiero Tenenti per celebrare la città

Nel teatro comunale doppio appuntamento nell'ambito delle iniziative che rientrano nel programma culturale “Città senza muri” e nel calendario delle iniziative “Chiaravalle Christmas Time”

Tenenti chiaravalle
L'opera di Tenenti scelta come locandina dell'evento

CHIARAVALLE – Il libro “La mia città Chiaravalle” e la mostra con le opere di Alighiero Tenenti sono in programma questo fine settimana al Teatro Valle.

Le iniziative rientrano nel programma culturale “Città senza muri” (leggi l’articolo), e nel ricco calendario delle iniziative natalizie, “Chiaravalle Christmas Time”. tenenti chiaravalleIl Teatro Valle, sabato 15 dicembre ad ingresso gratuito, ospiterà la mostra che raccoglie mezzo secolo di produzione artistica di Alighiero Tenenti. Alle ore 17, nella cornice delle Salette Giacconi, sarà inaugurata l’esposizione dell’artista nato a Roma nel 1935 da genitori marchigiani. Tenenti ha studiato nella capitale sotto la guida di vari maestri (tra loro anche Guttuso), ottenendone il plauso. Da decenni vive e dipinge a Chiaravalle e dal 1965 ha insegnato disegno ed educazione artistica in varie scuole statali. I suoi lavori sono presenti presso privati, gallerie, banche ed enti pubblici; tra questi ultimi anche il Comune di Chiaravalle a cui ha donato un’opera. A sottolineare l’importanza dell’iniziativa è l’assessore alla cultura e promotore dell’iniziativa, Francesco Favi: «Per i chiaravallesi è un onore avere Alighiero (come anche l’indimenticato fratello Mario) nel novero di quegli artisti che, per nascita o per adozione, hanno legato il loro nome a Chiaravalle, suggellandone la vocazione alla creatività e l’umanissimo codice identitario di città amica delle arti».

La mia città ChiaravalleContestualmente, nella stessa location alle 18.30, sarà presentato il libro “La mia città Chiaravalle”, scritto da Claudia e Marilena Masiero, illustrato da Paolo Masiero e pubblicato dal Gruppo Editoriale Raffaello. «Si tratta di un quaderno operativo pensato per far scoprire ai più piccoli, con l’aiuto di genitori e insegnanti, caratteristiche e particolarità di Chiaravalle, ed educarli a conoscere e osservare con occhi nuovi la loro città. L’introduzione è firmata dal critico letterario Massimo Raffaeli, che definisce l’opera come “un viaggio all’interno di una comunità, il microcosmo di una cittadina millenaria, la cui ricchezza e i cui confini di spazio e tempo attendono di essere riconosciuti e posseduti da ogni nuova generazione”. Nel foyer del teatro sarà
possibile acquistare il libro».

Con l’occasione verrà anche inaugurato il concorso di scrittura creativa “La signora dei ranocchi e altre storie qua e là per Chiaravalle”, rivolto agli alunni delle classi IV e V di scuola primaria degli Istituti Comprensivi “Rita Levi-Montalcini” e “Maria Montessori”: alunni per i quali il libro “La mia città Chiaravalle” sarà di sicuro interesse anche didattico, oltre che di ispirazione per l’ideazione dei testi.