50 primavere, commedia francese dedicata alle splendide cinquantenni

Film gradevole e sincero, invita le donne a non aver paura di invecchiare

50 primavere
Immagine del film "50 primavere" (Foto: Bim Distribuzione)

Dal 21 dicembre al cinema con Bim Distribuzione, 50 primavere racconta con delicatezza e ironia la menopausa e il momento della vita in cui una donna fa i conti con il tempo che passa e con quella che è stata e vuole ancora essere. Percorsa dalla grazia tipica del cinema francese, è una commedia gradevole e sincera che si lascia guardare amabilmente, pur non rimanendo addosso con il generoso entusiasmo che sanno scatenare spesso i film d’Oltralpe.

Agnès Jaoui è attrice che sa portare su di sé tutte le sfumature di un personaggio che si confronta con le sue fragilità, che sa piangere ma anche sorridere, che non è femme fatale, né mai la è stata, ma sa ancora piacere e piacersi e pulsare di emozioni. O almeno ci prova.

È lei Aurore, cinquantenne separata che ha appena perso il lavoro e scopre che presto diventerà nonna. La società la spinge a farsi gentilmente da parte, ma quando, per un caso, ritrova il suo amore giovanile, Aurore decide di opporre resistenza, rifiutando la rottamazione alla quale sembra destinata. E se fosse il momento di cominciare una nuova vita?

50 primavere è l’opera seconda dell’attrice, sceneggiatrice e regista francese Blandine Lenoir, classe 1973, che racconta come il film nasca dal suo vissuto: «Come spesso accade, il soggetto è nato da un’esperienza personale. Mi avvicinavo ai quarant’anni con grande ansia, senza capire la ragione per cui avevo così tanta paura di invecchiare dal momento che i miei amici maschi non condividevano la mia inquietudine. Nel giro di breve tempo, mi sono resa conto che le donne sulla cinquantina non sono affatto rappresentate nel cinema. Come si fa a desiderare di raggiungere un’età che non trova una raffigurazione? Vedevo attorno a me molte amiche arrivarci in una condizione terribile di solitudine amorosa, donne straordinarie, belle e talentuose, con ex mariti che si erano rifatti una vita. Ho avuto voglia di rendere loro omaggio, di far nascere in loro – e in me stesa – il desiderio di invecchiare. 50 primavere è anche un modo per curare le mie stesse ansie” (ride).

Ecco il trailer di 50 primavere: