#Uniamoci promuove l’agroalimentare delle Marche

Il progetto, firmato dall'Università di Macerata e PlayMarche, azienda di servizi e primo spin off dell'ateneo, nasce per sostenere le imprese e i territori colpiti dal terremoto attraverso la promozione e la commercializzazione di prodotti locali

Il rettore Adornato alla presentazione del progetto #Uniamoci

MACERATA – A Natale regala golosità per aiutare l’entroterra ferito dal sisma. Prosegue #Uniamoci, il progetto, lanciato due anni fa, firmato Unimc e PlayMarche (spin off dell’ateneo maceratese) a sostegno delle aziende e dei territori colpiti dal terremoto attraverso la promozione e la commercializzazione di prodotti eno-gastronomici locali.

All’iniziativa aderiscono quattordici piccoli produttori della provincia di Macerata. Olio, formaggio, confetture, legumi, vino, salumi, miele e pasta sono alcuni dei prodotti proposti che possono essere ordinati online tramite il sito www.playmarchesrl.com, dove vengono proposte alcune tipologie di pacchi che possono essere anche personalizzati su richiesta, o allo stand PlayMarche presente in alcune delle fiere locali di Natale. «Riteniamo che il supporto al nostro tessuto produttivo sia fondamentale oggi più di ieri, per il rilancio di una intera comunità e della sua economia», commenta il rettore Francesco Adornato. «Dopo la fisiologica fase dell’emergenza, si sono abbassati i riflettori sul dramma del sisma. Tanti i produttori in difficoltà che hanno bisogno del nostro supporto» aggiunge Michele Spagnuolo, amministratore delegato di PlayMarche.

«PlayMarche invita a sottoporre alla sua attenzione altri progetti di aziende marchigiane colpite dal sisma, che stanno cercando di riprendere la produzione. L’obiettivo è quello di supportare attività incidenti sul territorio e che, malgrado tutto, tentano di ripartire continuando ad investire sulle proprie comunità. L’invito è aperto anche ad associazioni di categoria, di volontariato e aziende che stanno già operando su progetti di supporto per le aree colpite dal sisma. Il progetto #Uniamoci non è relativo solamente al periodo natalizio, ma vuole coinvolgere le realtà del territorio anche sul medio e lungo periodo», dicono i sostenitori dell’iniziativa.