Loreto, apertura straordinaria del bastione di Porta Marina per il Fai

Per le giornate d'autunno del Fondo ambiente italiano, domenica 14 ottobre è prevista l'apertura dello storico bastione al parco della Rimembranza

L'ingresso del Bastione durante le riprese
L'ingresso del Bastione durante le riprese

LORETO – Sarà protagonista d’eccezione delle Giornate del Fai d’autunno dedicate all’acqua la città di Loreto, che si appresta ad aprire straordinariamente al pubblico il bastione di porta Marina, la struttura difensiva edificata tra il 1518 e il 1520 per difendere la città dai turchi e per soddisfare il fabbisogno idrico, domenica 14 ottobre. Contestualmente il Fai, supportato dall’assessorato al Turismo e da quello all’Ambiente, ha organizzato anche visite collaterali in collaborazione con le associazioni “Orme lauretane” e “Gruppo grotte Recanati”: alla mostra espositiva “L’acqua a Loreto” al bastione Sangallo, alle cisterne pontificie e alle fontane, quelle di piazza della Madonna, dei Galli, delle Bellezze, della Costa d’Ancona, della Croce, Buffolareccia e del Carpine. A fare da “ciceroni” gli studenti dell’istituto alberghiero “Einstein-Nebbia”. Sarà attivo il servizio di trenino gratuito da piazzale Squarcia durante gli orari per le visite, dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.

Da sinistra: l'assessore Fausto Pirchio, l'assessore Pamela Flamini e il capo delegazione Fai Manuela Panini
Da sinistra: l’assessore Fausto Pirchio, l’assessore Pamela Flamini e il capo delegazione Fai Manuela Panini

Soddisfatto il Comune che ha presentato l’evento stamattina, 9 ottobre, nella sala consiliare del Comune alla presenza dell’architetto Manuela Panini, capo delegazione Fai Ancona. «Siamo molto felici di questa iniziativa, soprattutto perché stiamo cercando di valorizzare il più possibile il patrimonio storico cittadino. Abbiamo già recuperato le mura storiche, le fonti e c’è l’appalto per i lavori ai due bastioni che dovrebbero cominciare nel 2019 – ha detto l’assessore all’Ambiente Pamela Flamini -. Il Fai ha anche manifestato la volontà di accogliere l’acquedotto pontificio tra i “Luoghi del cuore”, per cui è stata avviata una raccolta firme. Contiamo di trovare i finanziamenti per il restauro». L’assessore al Turismo Fausto Pirchio ha aggiunto: «Un’occasione proficua per mostrare a cittadini e turisti le bellezze della città-santuario nell’ambito di un percorso turistico complessivo che faccia scoprire Loreto oltre la basilica».