E-commerce: la sicurezza passa anche dal nostro pc

È necessario difendere il computer a cominciare dalla scelta delle password o dai sistemi che controllano lo scambio dei dati con l'esterno. Sette buone regole da seguire per evitare di cadere nella trappola della rete

ANCONA – «Gli acquisti via internet non sempre sono sicuri, si rischia di andare incontro a delle vere e proprie truffe finanziarie, quali il “furto di identità” e l’utilizzo fraudolento degli strumenti di pagamento utilizzati on line. I truffatori utilizzano tecniche varie per carpire le credenziali di accesso ai conti on line, per clonare carte di credito e bancomat, ed è quindi sempre più importante che gli “utilizzatori della rete”, siano bene informati e soprattutto accorti e attenti», spiega l’Adiconsum Marche.

La sicurezza nella navigazione passa anche per un’accurata protezione del nostro pc.
È quindi necessario difendere il computer con i più aggiornati livelli di sicurezza:

  • DOTARSI DI UN FIREWALL (Il firewall è uno strumento, sia hardware che software, che controlla lo scambio di dati tra il nostro pc e l’esterno, permettendo di bloccare il traffico dati proveniente dall’esterno e quindi l’accesso non autorizzato al computer; previene dunque le intrusioni informatiche, uno degli strumenti utilizzati per carpire i nostri dati. In rete esistono software firewall gratuiti).
  • DOTARSI DI UN ANTIVIRUS (L’antivirus è un software programmato per prevenire, rilevare ed eventualmente rendere inoffensivi codici dannosi, noti anche come malware, fra i quali virus informatici. Ha una funzione sia preventiva, impedendo che un virus possa entrare in un sistema ed infettarlo, sia correttiva, eliminando i programmi malevoli.

LA PASSWORD

È necessario scegliere una password sicura e non comunicarla a nessuno in modo tale da ridurre il rischio che possa essere facilmente carpita.
Per essere ritenuta sicura la password deve avere le seguenti caratteristiche:

  • deve essere della lunghezza massima permessa dal sistema;
  • non deve essere un termine di senso compiuto contenuto in un dizionario poiché esistono dei programmi che sono studiati per provare tutte le parole contenute in un dizionario.
  • Deve contenere numeri e lettere sia maiuscole che minuscole, nonché simboli alfanumerici (asterischi, trattini, punti esclamativi, ecc..) In questo modo si renderà più difficile scoprire la password, poiché i programmi di forzatura delle password dovranno provare tutte le combinazioni di caratteri possibili richiedendo così, nel caso venga adottata una password lunga, molto tempo per trovarla.
  • Non deve essere collegata alla vita privata. No a date di nascita o date particolari, nomi degli animali domestici e così via. Infatti i primi tentativi fatti per carpire la password sono sempre legati alla vita del titolare della stessa.
  • Non scrivere mai la password su notes, agende, diari, su supporti elettronici (es. telefono cellulare).
  • Utilizzare una password diversa per ogni applicazione.
  • Cambiare periodicamente la password