L’Università di Macerata sostiene il “Fridays For Future”

Il rettore Francesco Adornato esprime la solidarietà e l’adesione all’iniziativa globale per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente. Il prossimo impegno di UniMc è quello per ridurre l’utilizzo della plastica monouso attraverso l’introduzione di strumenti alternativi

Il rettore di Unimc Francesco Adornato
Il rettore di Unimc Francesco Adornato

MACERATA – Il rettore Francesco Adornato esprime la solidarietà e l’adesione dell’Università di Macerata alla manifestazione Fridays For Future, l’iniziativa globale per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente nata sull’onda delle battaglie portate avanti dalla attivista svedese sedicenne Greta Thunberg.

L’Ateneo da tempo aderisce alla Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile, impegnandosi a un attento confronto per individuare strumenti utili di miglioramento, nella prospettiva di una sempre più ampia sostenibilità sociale, ambientale, economica.

Il prossimo impegno di UniMc è quello per ridurre l’utilizzo della plastica monouso attraverso l’introduzione di strumenti alternativi.

Proprio pochi mesi fa la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane ha firmato un protocollo di intesa con Marevivo e Conisma, il Consorzio nazionale interuniversitario per le scienze del mare, per l’educazione alla tutela dell’ambiente. Tra i punti principali dell’intesa, l’elaborazione di materiale informativo, attività di comunicazione a livello locale e nazionale, fornitura agli studenti di borracce in metallo per disincentivare l’uso delle bottigliette di plastica, aumento della diffusione nelle aree pubbliche dispenser di acqua (senza bicchieri di plastica), macchinette per il caffè con bicchieri di carta o in grado di produrre caffè senza contenitore incentivando l’utilizzo di tazze personali, bonus sulle future gare di appalto dei servizi di ristorazione per chi non usa plastica monouso (come posate, piatti, bicchieri), possibilità di installazione di eco-compattatori per i rifiuti in plastica.