Giochi vietati e vincite, sequestrato un “totem” illegale a Civitanova

La Guardia di Finanza, in collaborazione con il personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha anche denunciato tre persone, il titolare dell’attività, un suo dipendente e un avventore, e sequestrato 1.300 € in contanti

Il totem illegale (Foto: Guardia di Finanza)

CIVITANOVA MARCHE- Poker, black jack, roulette e molti altri. Giochi vietati ma che i clienti di un esercizio pubblico di Civitanova Marche riuscivano a fare grazie ad un “totem” illegale. Il titolare dell’attività, un suo dipendente e un avventore, sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Macerata. La Guardia di Finanza di Civitanova Marche, in collaborazione con il personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha individuato all’interno di un locale un congegno elettronico, cosiddetto “totem”, che consentiva ai clienti di giocare su piattaforme messe a disposizione da soggetti privi di qualsiasi titolo di concessione o di autorizzazione.

Il congegno, attraverso una connessione telematica alla rete internet, permetteva di effettuare giochi vietati, come poker, black jack, roulette ed altri, a distanza e in modalità on-line, con relative vincite in denaro. Oltre al congegno i militari hanno sequestrato 1.300 euro in contanti rinvenuti all’interno dell’apparecchio di gioco.