Viaggiare senza barriere

I viaggiatori con disabilità godono di tutele specifiche sia nel trasporto aereo sia in quello ferroviario, e che sono garantite da regolamenti europei. Gli alberghi e le strutture ricettive in grado di accogliere i portatori di handicap e, quindi, senza barriere architettoniche, però sono ancora, in Italia, meno di un terzo del totale

ANCONA – I viaggiatori disabili godono di tutele specifiche sia nel trasporto aereo sia in quello ferroviario, e che sono garantite da regolamenti europei. È vietato rifiutare la prenotazione o l’imbarco, salvo particolari motivi di sicurezza o per imbarco fisicamente impossibile a causa della conformazione del mezzo. Comunque sia, il viaggiatore deve esserne immediatamente informato e la compagnia aerea o l’operatore turistico devono effettuare tutti gli sforzi necessari per trovare un’alternativa accettabile. In caso di negato imbarco deve essere comunque offerto il rimborso del biglietto o un volo alternativo. Deve essere sempre garantito il trasporto gratuito dei cani guida per ciechi.

Obbligatoria l’assistenza a bordo degli aerei e gli aeroporti devono essere dotati di desk di accoglienza attrezzati dove il disabile può annunciare il proprio arrivo e chiedere assistenza specifica con un preavviso di almeno 48 ore dall’ora di partenza. Lo stesso vale per il trasporto ferroviario.

La nota dolente: gli alberghi e strutture ricettive in grado di accogliere i portatori di handicap per l’assenza di barriere architettoniche sono ancora meno di un terzo del totale, segnalate con l’apposita icona nell’elenco dei servizi a disposizione. Ma tutte le strutture alberghiere sono tenute per legge ad accogliere ospiti non vedenti con il loro cane guida.

“Realizzato nell’ambito del programma generale d’intervento della regione Marche con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo Economico- ripartizione 2015. “-Intervento n. 8