“Un’altra idea di città, 2018-2023”: assemblea pubblica all’Informagiovani

L'appuntamento è oggi pomeriggio (6 dicembre), presso lo spazio pubblico ex Cobianchi dell’Informagiovani. Durante l’assemblea verrà presentato l’appello sottoscritto da circa 50 anconetani che desiderano costruire un nuovo laboratorio politico e civico, che possa sfidare il sindaco Mancinelli

ANCONA – Una cinquantina di cittadini ha sottoscritto un appello, con lo scopo di costruire un nuovo laboratorio politico e civico, che possa sfidare il sindaco Valeria Mancinelli. Oggi pomeriggio (6 dicembre), alle 18 presso lo spazio pubblico ex Cobianchi dell’Informagiovani (piazza Roma), si svolgerà un’assemblea pubblica dal titolo “Un’altra idea di città, 2018-2023. Per la rinascita di Ancona: una piattaforma politica e civica”. Durante l’assemblea verrà presentato l’appello sottoscritto da circa 50 anconetani da anni impegnati nei più disparati ambiti, dalla politica all’attivissimo sociale, dalla cultura alla difesa dell’ambiente passando per il sindacalismo.

«L’obiettivo è lanciare in città un nuovo laboratorio politico e civico – dichiarano i promotori in una nota – in grado di sfidare apertamente il fallimentare e arrogante governo della Mancinelli e dei suoi alleati. Durante l’assemblea sarà presentato il testo dell’appello e partirà una campagna di ascolto e partecipazione che, nei prossimi mesi, vedrà il suo implementarsi tramite l’organizzazione di un fitto calendario di assemblee territoriali volte alla costruzione di uno spazio politico-elettorale aperto e plurale, impegnato nella costruzione di un’alternativa radicale al governo attuale della città». L’iniziativa parte dalla libera volontà di cittadini e cittadine stanchi delle solite proposte politiche, volenterosi però di mettersi a disposizione di una storia nuova,« innovativa nei metodi e nella sostanza». All’assemblea è invitata la cittadinanza. «Sono uno dei cittadini che ha sottoscritto l’appello – dichiara Francesco Rubini, capogruppo Sel – Ancona Bene Comune – e durante l’incontro saranno presentate le linee guida fondamentali su cui i promotori intendono avviare il percorso di costruzione del nuovo laboratorio politico».

Francesco Rubini, capogruppo Sel – Ancona Bene Comune

In vista delle elezioni comunali del prossimo anno, Rubini spiega che «la sinistra si presenterà unita. Stiamo cercando di costruire una proposta civica alternativa che possa essere competitiva con centrosinistra, centrodestra e Movimento 5 Stelle». Nel frattempo Fdi-An ha già aperto la campagna elettorale per le comunali, insieme a Fi e Lega Nord, ma non è ancora stato ufficializzato il candidato sindaco, mentre la coalizione di centrosinistra sosterrà Valeria Mancinelli. Il consigliere Stefano Tombolini (Sessantacento) vorrebbe invece formare un raggruppamento di movimenti civici, perché «riteniamo di avere un peso in questa città». Si aspettano poi le mosse di Mdp, mentre il gruppo dirigente di Sinistra Italiana di Ancona si è autosospeso «da ogni incarico esecutivo interno al partito, in netto dissenso con il percorso intrapreso dal gruppo dirigente nazionale, ufficializzato con l’assemblea nazionale del 19 novembre».