Tendenze viaggi: ecco le mete preferite dagli anconetani per il Capodanno

Molti hanno scelto le principali capitali europee, i centri benessere, le città italiane e la montagna. Altri invece hanno preferito tour particolari, come quello sul panoramico trenino del Bernina

ANCONA – Si parte anche a Capodanno. Tra le mete preferite dagli anconetani, le principali capitali europee, da Parigi a Londra, i centri benessere nel nord Italia, le spiagge paradisiache e la montagna, ma tanti hanno scelto anche l’Italia. Approfittando del volo diretto dall’aeroporto delle Marche, molti anconetani hanno scelto di visitare la Sicilia, una delle regioni più belle d’Italia con il clima mite anche d’inverno.

Parigi

Uno studio di Liligo, uno dei principali motori di ricerca voli in Europa, svela quali sono le destinazioni più ricercate dai viaggiatori italiani per il periodo delle vacanze di Natale e dell’ultimo dell’anno. Lo studio ha analizzato le ricerche condotte dagli utilizzatori del motore di ricerca voli Liligo per periodi di viaggio compresi fra il 22 dicembre 2018 e il 7 gennaio 2019. In cima alle preferenze tre rinomate capitali europee, come Parigi, Amsterdam e Londra, a cui si aggiungono popolari e classiche mete, come dimostrano la popolarità dei voli per Barcellona e New York (la Grande Mela è l’unica città extraeuropea presente fra le prime 10 di questa classifica), e scelte più esotiche o particolari come Tenerife, nelle isole Canarie, e Bucarest (il dato della capitale est-europea è però influenzato dalla presenza in Italia di una grande comunità di romeni, molti dei quali tornano nel proprio Paese per le feste). Le uniche città italiane presenti fra le prime dieci destinazioni più ricercate sul motore di ricerca sono Milano e soprattutto i due maggiori centri siciliani, Palermo e Catania (quest’ultima addirittura al terzo posto fra le destinazioni più richieste).

Duomo di Palermo

Ma quali sono le mete scelte dagli anconetani? Corrispondono a quelle indicate dallo studio di Liligo? «Quest’anno c’è una maggiore propensione alla spesadichiara Alberto Trocchianesi, titolare dell’agenzia di viaggi Las Viaggi Lufthansa City Center – gli anconetani spendono per le vacanze un po’ di più rispetto agli anni scorsi. Tra le capitali europee molti hanno scelto Parigi e Londra, ma c’è anche chi ha deciso di partire per Praga e Berlino. Londra è sempre una meta gettonata anche per il volo diretto dall’aeroporto delle Marche e quest’anno molti più anconetani hanno scelto Berlino rispetto agli anni scorsi. Meno richiesti i viaggi nelle isole Canarie». In Italia, in vetta sempre Milano, ma anche «Torino e la Sicilia. Le località siciliane sono sempre di più ambite, sia per la bellezza dei luoghi che per il clima mite, ma anche la montagna continua ad essere amata, da Courmayeur in Valle d’Aosta a Corvara in Alta Badia». Fuori dall’Europa, invece, molti sono partiti per «New York, Stati Uniti, Caraibi, Vietnam, Thailandia e Maldive».

Trenino rosso del Bernina

«La spesa media per le vacanze è in linea con l’anno scorso – dichiara Stefania Stefanelli, titolare dell’agenzia di viaggi Greenwich – anche molti anconetani hanno scelto Parigi, Londra e Amsterdam, ma non sono pochi coloro che sono partiti per visitare la Spagna, Madrid e Barcellona. Buone partenze anche per Budapest e Praga, mete che costano meno, e per Tenerife e le isole Canarie». Ma quanto durano in media le vacanze? «Una settimana – spiega Stefania Stefanelli – ma c’è anche chi ha prenotato solo per la notte di Capodanno. Le persone hanno ferie meno lunghe rispetto al passato, sono pochi quelli che hanno prenotato per due settimane». In Italia, «molti hanno scelto la Sicilia anche il per volo diretto dall’aeroporto delle Marche. Bene anche Milano, Firenze, Venezia e Roma. C’è poi chi ha scelto il relax nei centri benessere nei dintorni o nel nord Italia. Sempre gettonate le località di montagna, mentre sono di meno rispetto agli anni precedenti gli anconetani che hanno scelto New York». Non mancano poi i tour particolari, ad esempio c’è chi ha scelto il «tour con il panoramico trenino del Bernina in Svizzera».

Da dove partono gli italiani e gli anconetani? Secondo lo studio, gli aeroporti milanesi sono di gran lunga i principali scali di partenza più ricercati. Gli altri scali di partenza sono Roma, Napoli, Catania e Bari. «Per gli anconetani invece – spiega Stefania Stefanelli – il principale aeroporto di riferimento è quello di Bologna, e poi quelli di Roma e Milano».