La Cosma Vela corsara a Catania

La formazione anconetana di Coach Pace si impone 8-10 nell'impianto della Torre del Grifo Catania. Soddisfatto a metà il trainer: «Abbiamo giocato molto male i primi due tempi. Ci deve servire e ci servirà da lezione»

La Cosma vince con difficoltà a Catania
La Cosma vince con difficoltà a Catania

CATANIA- Nella vasca catanese la Cosma Vela Ancona suda le proverbiali sette camicie per superare la Torre del Grifo e mantenere la corsa in direzione playoff. Per le doriche di Milko Pace, seconde in classifica nel girone sud, si tratta della quinta vittoria consecutiva.

Nonostante i tre punti e la capacità di reazione dimostrata nel finale della gara, tante cose da rivedere in vista delle sfide decisive di regular season. Doriche sotto a metà gara 5-2 con sole due reti all’attivo, di Quattrini e Altamura, risultate poi a fine gara le giocatrici più prolifiche in attacco con una tripletta ciascuna.

Soddisfatto, solo per la reazione, Coach Milko Pace: «Abbiamo giocato molto male i primi due tempi, sbagliando alcune occasioni in contropiede che di solito non sbagliato, prendendo qualche gol stupido, e abbiamo finito per innervosirci. Ma di positivo c’è che in una situazione del genere, sfruttando anche il calo atletico delle nostre avversarie, abbiamo recuperato la partita, prima raggiungendo il Torre del Grifo sul 7-7 e poi fino allungando fino 7-10. L’ultimo gol avversario, infatti, è giunto a un minuto circa dalla fine. Comunque ci deve servire e ci servirà da lezione».

 

Torre del Grifo Catania-Cosma Vela Ancona 8-10  (3-1, 2-1, 2-5, 1-3)

Torre del Grifo Catania: Maimone, Bucisca, Iuppa, Buccheri 2, Vitaliti 2, Indelicato, Longo, Mirabella F., Murè 2, Battaglia 2, Nicolosi, Marletta, Mirabella M. All. Malato.

Cosma Vela Ancona: Borghetti, Strappato 2, Pomeri 1, Santandrea, Ferretti, Di Martino, Ciampichetti 1, Stevelli, De Matteis, Altamura 3, Quattrini 3, Andreoni. All. Pace M.

Arbitro: Puglisi.

Note: sup. num. Torre 4/6 più un rigore realizzato, Vela 3/5. Espulsa per proteste Murè nel IV t.