Nel ricordo del campione Marco “Riso” Risetto

La scomparsa del campione falconarese di taekwondo e arti marziali ha lasciato un grande vuoto in chi lo ha accompagnato nella vita e nella lotta alla malattia. Le parole dell'amico, e suo insegnante nella storica palestra falconarese, Moreno Buontempi. Il funerale domani a Falconara Marittima

Marco Risetto, in una foto scattata a Roma nel 1983 durante una manifestazione di Taekwondo

FALCONARA- Marco Risetto, per tutti “Riso”, campione falconarese classe 1964 di Taekwondo e arti marziali non ce l’ha fatta e si è arreso alla brutta malattia che da tempo lo aveva colpito. Una vita all’insegna dello sport, della competizione, del ring abbracciando tantissime discipline e sempre con il sorriso stampato addosso. Si è arreso ieri, 6 novembre, dopo aver combattuto strenuamente con le persone care vicine in quest’ultima, inesorabile, battaglia. Risetto ha scritto pagine importanti del Taekwondo locale, regionale e nazionale portando alta la bandiera della Falcons Academy società in cui militava sin dall’età di tredici anni. Nel 1993 ha poi deciso di tuffarsi in altre discipline sportive come il Body Building il Muay Thai e la Thaiboxe. A regalarci un suo ricordo è l’amico, e insegnante di Taekwondo nella storica palestra falconarese, Moreno Buontempi.

«Mi ricordo di Marco fin da quei pomeriggi nella palestra di via Toscana, essendo stato uno dei primi a gettarsi sul Taekwondo – dice Buontempi-. Era un predestinato: già campione a tredici anni, una passione incredibile e un’intelligenza fuori dal comune. La natura gli aveva dato un fisico fenomenale, da atleta e non potevo che condividere tantissime cose con lui che come ragazzo era di quelli che erano sempre allegri. Nel ’93 scelse di passare alle discipline da ring e lì ci perdemmo un po’ di vista. L’avevo rivisto dopo le ultime vacanze pasquali e l’avevo trovato martoriato dalla malattia che stava combattendo. La cosa positiva era legata al fatto che con la testa c’è sempre stato, sempre cosciente e con le persone che gli volevano bene sempre accanto. È stato bello rivivere con lui i vecchi tempi, perchè, per quello che ha dato, il suo ricordo rimarrà indelebile nelle persone che, come me, gli hanno voluto bene».

Domani alle 15.30 nella Chiesa dei Frati di Falconara Marittima ci sarà l’ultimo saluto. Con Riso sempre nel cuore.