Marche: nuovo bando per incentivare il biologico

Presto una nuova misura per sostenere le aziende biologiche della nostra regione, già leader in Italia nella filiera certificata

podere tufi cupramontana
L'orto biologico del Podere Tufi di Cupramontana

Le Marche sono sempre più attente al biologico. Sta infatti per uscire un nuovo bando di Programma di Sviluppo Rurale (Psr) dedicato all’agricoltura biologica, che permetterà alle aziende agricole già impegnate in questo settore di poter continuare a usufruire del sostegno.
Le Marche sono già prime tra le regioni per media di aziende biologiche per abitanti.
Tra le varie misure del Psr quella destinata al biologico è una delle più consistenti in termini di finanziamenti. La Regione Marche nella programmazione 2014/2020 ha previsto 108 milioni di euro. Finora ne sono stati erogati alle imprese oltre 40, con un avanzamento di spesa del 37%.

«È importante sostenere le crescita del settore anche attraverso le scelte politiche che determinano lo stanziamento dei fondi a disposizione», commenta Maria Letizia Gardoni, presidente di Coldiretti Marche. «Bene, quindi, l’uscita di un ulteriore bando che permetterà alla nostra regione di continuare a essere leader in Italia nella filiera certificata».

A richiedere un sempre maggiore investimento sul biologico sono i consumatori stessi. Coldiretti, sulla base del rapporto specifico della Commissione europea, calcola un aumento del 10% delle vendite al dettaglio nel 2018 degli alimenti biologici.