ll giorno dell’interrogatorio: il figlio della pittrice è arrivato in caserma

Simone Santoleri è arrivato alle 11.30 alla Montagnola di Ancona, scortato da una pattuglia dei carabinieri

L'arrivo di Simone Santoleri
L'arrivo di Simone Santoleri

ANCONA – È arrivato in caserma a bordo di una Opel Mokka rossa, guidata dal suo avvocato Gianluca Carradori, Simone Santoleri, indagato per l’omicidio della madre, la pittrice Renata Rapposelli. La donna è scomparsa dal 9 ottobre. Erano le 11:30 quando l’auto, scortata da una pattuglia dei carabinieri, si è fatta largo tra i giornalisti appostati da quasi un’ora sotto la caserma dei carabinieri alla Montagnola. Simone verrà interrogato per la prima volta come indagato, dal pm Andrea Laurino.

Non è escluso che possa avvalersi della facoltà di non rispondere. Con Simone e Carradori anche l’avvocato penalista Gianluca Reitano, che segue Simone, arrivato con l’avvocato Alessandro Angelozzi che si occupa invece della difesa del padre Giuseppe, ricoverato da domenica sera in Rianimazione all’ospedale di Atri.

GUARDA IL VIDEO