Convocato il tavolo all’Agenzia regionale sanitaria, i Comitati: «Speriamo venga presentato il primo report del Registro tumori»

L'incontro di domani (13 luglio), richiesto dal Comitato Mal’Aria e dall’associazione Ondaverde Onlus, segue quello dell’11 maggio e costituisce la prosecuzione del tavolo istituito presso la Prefettura

I rappresentanti dei Comitati Mal’Aria e Ondaverde
I rappresentanti dei Comitati Mal’Aria e Ondaverde

FALCONARA MARITTIMA – Convocato per domani (13 luglio) il tavolo all’Agenzia regionale sanitaria richiesto dal Comitato Mal’Aria e dall’associazione Ondaverde Onlus. L’incontro segue quello dell’11 maggio e costituisce la prosecuzione del tavolo istituito presso la Prefettura, dai comitati ambientalisti richiesto (con raccolta firme effettuata nel 2017) per l’ottenimento di un coinvolgimento diretto dei Ministeri della Salute e dell’Ambiente.

L’incontro inizialmente previsto per lunedì 9 luglio, slitta a domani. «Riteniamo che sarà un incontro importante – scrivono i comitati – sia per la definizione dei contenuti che dovranno poi approdare sul tavolo del Prefetto, sia per il fatto che ci verrà forse presentato il primo report del Registro tumori regionale. Informiamo che abbiamo chiesto all’Agenzia regionale sanitaria di invitare anche il comune di Falconara, anche se questo non era presente all’incontro precedente».

Anche ad aprile la situazione epidemiologica di Falconara Marittima era stata al centro di una riunione in Prefettura, a cui aveva partecipato una delegazione dei Comitati Mal’Aria e Ondaverde. Tra le richieste delle associazioni ambientaliste, «la convocazione di un tavolo tecnico che veda coinvolti i Ministeri della Salute e dell’Ambiente, la Regione Marche, il Servizio Epidemiologia dell’Arpam e le associazioni dei cittadini; informare i cittadini sulla reale situazione sanitaria di Falconara favorendo interventi di “prevenzione primaria” e congelare le attività produttive insalubri per un periodo di almeno 36 mesi».

A fine aprile, centinaia di persone avevano partecipato alla manifestazione pacifica e al corteo a Falconara, organizzato dall’associazione Ondaverde Onlus e dal Comitato Mal’Aria, a seguito dell’incidente alla raffineria Api avvenuto lo scorso 11 aprile. Famiglie con bambini, ragazzi, adulti, anziani avevano risposto alla chiamata dei comitati cittadini invadendo le vie del centro, per chiedere alle istituzioni maggiore sicurezza e maggiore tutela della salute dei cittadini.