Ruba lampadine e tronchesi all’Obi, denunciato moldavo per furto aggravato

Durante la perquisizione, gli Agenti hanno trovato l'uomo anche in possesso di un coltello di genere proibito. In piazza Ugo Bassi invece i poliziotti hanno scoperto un giovane di 19 anni, di origini tunisine, in possesso di un grammo circa di hashish

ANCONA – Ruba lampadine per auto e tronchesi per elettricità e li nasconde all’interno del giaccone, denunciato un moldavo trovato in possesso anche di un coltello di genere proibito. È accaduto ieri, intorno alle 19.40, presso l’Obi della Baraccola.

Gli Agenti della Polizia di Stato sono intervenuti dopo che la vigilanza privata aveva segnalato la presenza di un uomo sospetto che si aggirava tra gli scaffali. Subito gli Agenti hanno rintracciato l’uomo nel parcheggio pronto ad allontanarsi con la propria auto. Alla vista della Polizia l’uomo, un moldavo di 38 anni, in regola con le norme sul soggiorno, ha aperto il giaccone mostrando nelle varie tasche interne numerose confezioni di lampadine per auto di vario tipo e tronchesi per elettricità, per un valore di 211 euro. Durante la perquisizione gli Agenti lo hanno trovato anche in possesso di un coltello di genere proibito. Il moldavo, accompagnato in Questura, è stato denunciato per furto aggravato.

Sempre ieri pomeriggio i poliziotti hanno setacciato alcuni parchi cittadini, addentrandosi tra i rovi, per contrastare lo spaccio e l’uso di sostanze stupefacenti. In particolare, intorno alle 16, una squadra di poliziotti ha effettuato un accurato controllo in piazza Ugo Bassi dove ha notato tre giovani seduti sulle panchine. Durante i controlli, un giovane di 19 anni, di origini tunisine, è stato trovato in possesso di un grammo circa di hashish che deteneva per uso personale. Il giovane è stato deferito ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/90.

Continuano incessanti i servizi di prevenzione e repressione dei reati e controllo del territorio da parte della Polizia di Stato, attività fortemente voluta dal Questore di Ancona Oreste Capocasa. Decine di poliziotti delle Volanti, della Squadra Mobile, del Reparto Prevenzione Crimine Umbria/Marche e delle Unità Cinofile antidroga, si sono alternati da giovedì sera H24 vigilando e pattugliando tutte le zone ritenute più a rischio del capoluogo, con controlli a “scacchiera” mirati a luoghi di aggregazione come edifici in stato di abbandono, piazze, locali ed esercizi pubblici, dove sono più frequenti traffici illeciti. Particolare attenzione è stata rivolta in tutta la città con numerosi posti di controllo nelle strade di accesso che conducono al capoluogo anche in relazione alla prevenzione dei reati contro il patrimonio e ai furti in abitazione (nessun furto in abitazione è stato registrato). Rilevanti anche i risultati operativi conseguiti con diverse persone deferite e sanzionate per violazioni amministrative concernenti l’abuso di droghe e centinaia di persone e veicoli controllati con il sistema di bordo Mercurio.