Rapina all’ipermercato cinese di Osimo Stazione, marocchino agli arresti domiciliari

Durante la direttissima l'arresto è stato convalidato e, su richiesta dei termini a difesa del legale di parte, l’udienza è stata rinviata al prossimo 8 febbraio, disponendo l’obbligo dei domiciliari a Montegranaro. I due complici che erano con il 39enne sono riusciti a fuggire e sono ancora in corso di identificazione

L'Iper Yi Gou
L'Iper Yi Gou

OSIMO e CAMERANO- È stato arrestato in flagranza di reato per “Rapina impropria in concorso” il marocchino che ieri pomeriggio (12 gennaio) ha rubato della merce all’interno dell’ipermercato cineseIper Yi-Gou” ad Osimo Stazione, lungo la SS 16 Adriatica, scatenando il parapiglia. L’uomo, pregiudicato e domiciliato a Montegranaro (FM), si trova ai domiciliari mentre i due uomini che erano con lui sono ancora in corso di identificazione. Ieri intorno alle 17, il 39enne B.A. è stato notato da alcuni commessi mentre insieme ai due complici, nascondeva sotto ai vestiti della merce prelevata dagli scaffali. Avviatosi verso l’uscita ha cercato di eludere il controllo della cassiera ed è fuggito divincolandosi con violenza. Il marocchino ha poi spintonato gli addetti al controllo che gli avevano ostruito l’uscita facendoli cadere rovinosamente a terra. Mentre scappava, il 39enne ha anche minacciato il responsabile dell’esercizio commerciale che lo stava inseguendo, facendo finta con una mano in tasca, di impugnare una pistola.

Una pattuglia dei Carabinieri di Camerano che stava transitando in zona per un servizio di controllo, ha individuato il fuggitivo. Inseguito, è stato bloccato e ammanettato nel parcheggio adiacente l’ipermercato. Gli altri due complici sono invece riusciti a dileguarsi. Perquisito, è stata rinvenuta la merce rubata del valore di 150 euro. Sotto ai vestiti B.A. aveva nascosto articoli per la cura della persona come creme, profumi e saponeria, poi restituiti al responsabile del negozio. Arrestato, è stato portato negli uffici della Caserma osimana. Il Sost. Proc. Dott. Ruggero Dicuonzo ha disposto la misura cautelare in carcere e così il pluripregiudicato marocchino è stato condotto presso la Casa Circondariale di Montacuto in attesa del rito direttissimo di questa mattina. L’arresto è stato convalidato e, su richiesta dei termini a difesa del legale di parte, l’udienza è stata rinviata al prossimo 8 febbraio, disponendo l’obbligo degli arresti domiciliari a Montegranaro.  Inoltre, alla Questura di Ancona è stata inoltrata la proposta di applicazione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio per anni 3 dai comuni di Camerano e Osimo.