Marcelli, prostituzione in appartamento: denunciata una dominicana

I carabinieri hanno anche denunciato per furto aggravato continuato, un giovane del luogo che tra dicembre e gennaio 2018, avrebbe rubato delle grondaie in rame ai danni di tre stabilimenti balneari del litorale numanese, per un valore complessivo di 1.600 euro

NUMANA- Prende un appartamento in affitto a Marcelli e lo trasforma in una casa del sesso. Denunciata per favoreggiamento della prostituzione una dominicana di 41 anni, G.W.A, peripatetica, incensurata e domiciliata a Numana. I Carabinieri della Stazione di Numana, a seguito di servizi e appostamenti in borghese, ieri mattina (15 aprile) hanno fatto irruzione nell’appartamento della donna scoprendo una casa del sesso. La dominicana e una sua connazionale sono state sorprese mentre si prostituivano, c’erano dei clienti e perfino gli orari di ricevimento. Al termine degli accertamenti rito, la donna è stata denunciata ed è stata inoltrata alla Questura di Ancona, una proposta per l’applicazione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio per anni 3 dai comuni di Numana e Sirolo. La dominicana aveva affittato l’appartamento lo scorso marzo tramite un’agenzia immobiliare della zona, risultata estranea alla vicenda.

Sempre ieri, i Carabinieri di Numana hanno denunciato per furto aggravato continuato, un giovane del luogo, A.A., 35 anni, pluripregiudicato. Tra dicembre e gennaio 2018, il ragazzo avrebbe rubato delle grondaie in rame ai danni di tre stabilimenti balneari del litorale numanese, per un valore complessivo di 1.600 euro. Su di lui, i militari hanno raccolto gravi e precisi indizi di colpevolezza che lo riconducono ai tre furti. Oltre alla denuncia è stata inoltrata alla Questura di Ancona una proposta per l’applicazione della misura di prevenzione dell’Avviso Orale.