Badante morta, domani il conferimento per l’autopsia

L'incarico sarà affidato al medico legale Marco Valsecchi. L'esame servirà a chiarire i motivi della morte di Ana Anca, 61 anni, deceduta ieri (25 agosto) in una villetta di Ancona, in via San Gaspare. Intanto l'anziana che accudiva ricorda di essere caduta

La polizia nella villetta
La polizia nella villetta

ANCONA – Verrà conferito domani mattina, dal pm Valentina Bavai, l’incarico al medico legale Marco Valsecchi per effettuare l’autopsia sulla badante romena trovata morta ieri nella villetta di via San Gaspare (leggi l’articolo). La donna, Ana Anca, 61 anni, era riversa in bagno quando in casa è arrivato il nipote della proprietaria dell’abitazione, la 91enne Maria Barca. L’anziana era agonizzante in cucina. Ieri dopo il ricovero in ospedale ha ricordato solo di essere caduta. L’esame autoptico sulla 61enne servirà agli agenti della squadra mobile diretta da Carlo Pinto, delegati dalla Procura per le indagini, a chiarire il motivo della morte di Anca. Al momento prevale l’ipotesi del malore anche se sull’episodio è stato aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio. Anca si sarebbe sentita male in bagno cadendo a faccia avanti sul pavimento. L’anziana, rimasta troppo tempo sola sarebbe caduta in cucina nel tentativo di muoversi e senza le forze per poi rialzarsi.