“Cantine aperte a Natale”: solidarietà e un’app per scoprire le eccellenze del territorio

Sabato 2 e domenica 3 dicembre, 45 aziende del Movimento Turismo del Vino Marche apriranno le porte per far conoscere i prodotti del territorio. Inoltre, comprando la bottiglia solidale, si contribuirà all’acquisto di un’ambulanza per le popolazioni delle Marche colpite dal sisma

Presentazione "Cantine aperte a Natale"

ANCONA- Torna l’attesissimo appuntamento con “Cantine aperte a Natale”, un viaggio alla scoperta delle eccellenze del territorio con uno sguardo alla solidarietà. Sabato 2 e domenica 3 dicembre, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, 45 aziende del Movimento Turismo del Vino Marche apriranno le porte delle loro cantine per far conoscere i prodotti del territorio. Gli enonauti potranno degustare non solo ottimi vini marchigiani ma anche olio, marmellata, tartufo. Un’occasione per fare regali di Natale originali con eccellenze nostrane. Inoltre, comprando la bottiglia solidale, si contribuirà all’acquisto di un’ambulanza per le popolazioni delle Marche colpite dal sisma.

Novità assoluta è l’app “Cantine Marche in Tour”, una finestra sempre aperta sulle cantine socie del Movimento Turismo del Vino Marche per essere informati su eventi e servizi. L’app è gratuita e una volta scaricata, geocalizza l’utente facendogli scoprire le cantine socie più vicine, i punti di interesse artistici, culturali o naturalistici del territorio. Si potrà impostare direttamente il navigatore per raggiungere la cantina che si vuole visitare. Inoltre, tramite un meccanismo di registrazione delle visite dell’utente nelle varie cantine, si potranno vincere dei premi. Inquadrando il QR Code presente all’interno della cantina (il limite è di due cantine al giorno) si accumuleranno punti: con 20 punti in regalo ci sono 6 bottiglie di vino, con 40 punti 12 bottiglie di vino, con 50 cena per due in agriturismo, con 60 degustazione di azienda e 12 bottiglie di vino, con 81 punti un pernottamento per due persone nelle strutture delle Cantine Movimento Turismo del Vino Marche. L’enonauta potrà valutare la cantina compilando un questionario.

Nella foto da sx: Letizia Mancinelli, Catrina Garofoli, Serenella Moroder e Paola Cocci Grifoni

«Il messaggio è: bere bene e fare solidarietà bevendo. Delle 81 cantine che fanno parte del Movimento Turismo del Vino Marche, 45 hanno aderito all’iniziativa “Cantine aperte a Natale”, un traguardo importante- commenta Serenella Moroder, presidente Movimento Turismo del Vino Marche-. Per noi l’accoglienza è fondamentale, vogliamo che ci sia una maggiore conoscenza del vino e del territorio. Proprio per questo motivo abbiamo pensato di creare l’app, dove la tradizione incontra l’innovazione. Come sempre invito gli enonauti a diffidare dalle imitazioni. Sono abilitate solo le cantine che esporranno il logo del Movimento Turismo del Vino”.

«“Cantine aperte a Natale” è una grande opportunità. Aprendo le dimore del vino mettiamo a nudo le nostre eccellenze. Vogliamo offrire una migliore accoglienza» afferma Paola Cocci Grifoni, produttrice e enologo della tenuta Cocci Grifoni.

«Non siamo solo produttori di vino ma custodi del territorio. Nelle cantine troverete vino, olio e prodotti marchigiani. Sono molto entusiasta dell’app perché aiuterà l’enonauta nella visita delle Marche e negli spostamenti» sottolinea Caterina Garofoli, Casa Vinicola Garofoli.

«Nella sede di Cupramontana, Colonnara farà degustazione dei nostri vini e spumanti. Inoltre, ci siamo divisi perché saremo presenti anche nella zona del pesarese presentando le Cantine Pisaurum, il nuovo brand della storica cantina La Morciola» spiega Letizia Mancinelli dell’azienda Colonnara. Non solo il weekend del 2 e 3, sarà possibile vistare le cantine tutto il mese di dicembre.