PD pesarese: al via, con Luca Ceriscioli, il comitato pro Zingaretti

In pochi giorni già 60 iscritti, a tirare le fila, con l'assessore al bilancio del Comune di Pesaro Antonello Delle Noci, il governatore: «Serve un quadro di cambiamento che rimetta al centro le persone e ridia al Paese una valida alternativa a quanto oggi vediamo»

ANCONA – Si scaldano i motori in vista del congresso del Partito Democratico del prossimo 3 marzo. Nell’attesa di conoscere chi sara il nuovo leader nazionale del Pd, a Pesaro si è costituito il comitato provinciale del partito che sostiene la candidatura di Nicola Zingaretti. A tirare le fila il governatore Luca Ceriscioli e l’assessore al bilancio del Comune di Pesaro Antonello Delle Noci

Il comitato in pochi giorni dal suo insediamento ha già raccolto l’adesione di oltre 60 persone. Obiettivo ricostruire il partito dopo la sconfitta incassata alle elezioni politiche del 4 marzo scorso.  Serve una grande spinta verso il cambiamento, ha evidenziato Ceriscioli, «la proposta di Zingaretti è quella che interpreta in maniera più chiara questa necessità.
Il governo giallo-verde sta mostrando le prime difficoltà e le prime contraddizioni, bisogna contrapporre un’alternativa altrimenti gli italiani sono ancora più disorientati e non sapranno verso quale parte andare».
Una proposta, quella di Zingaretti, che «sta chiamando con grande apertura un nuovo orizzonte nei confronti della società italiana – ha dichiarato Ceriscioli – in tutti quelli che vedono i limiti dell’esperienza nazionale e sentono che serve una nuova risposta per lo sviluppo, l’economia, il lavoro, il welfare, il sostegno alle persone che hanno necessità e bisogno, per una Europa che deve certamente cambiare, ma non perdendo la grande efficacia e il ruolo che ha sul piano internazionale e per difendere anche quella che è la nostra economia e il nostro sviluppo. Un quadro di cambiamento che rimetta al centro le persone  e che ridia al paese una valida alternativa a quello che oggi vediamo».
Da sinistra Luca Ceriscioli e Antonello Delle Noci

Sostenibilità, sviluppo, nuove frontiere tra i punti forti del programma di Zingaretti secondo Ceriscioli, insieme ai grandi cantieri, alla difesa del suolo e del territorio, alle «riforme che possono dare quegli ammortizzatori sociali che sono mancati per chi in questa fase di forte cambiamento economico non trovava risposta. Parla di uomini e donne che devono sostenere e rilanciare la famiglia e la crescita demografica del nostro Paese che ha una forte carenza perché le persone non trovano risposte ai loro bisogni. Un rilancio degli investimenti infrastrutturali perché la crescita va sostenuta anche con l’innovazione tecnologica e gli spazi e servizi che servono alle imprese. Insomma da un parte un grande progetto concreto a favore della crescita dell’Italia e un’attenzione nuova e diversa alle persone».

Oltre alla mozione di Zingaretti, tra le ragioni che hanno spinto gli esponenti del Pd ad appoggiare il governatore del Lazio nella sua corsa alla segreteria del partito c’è il fatto che «è un bravo amministratore», come lo ha definito l’assessore Delle Noci, e che «è riuscito a tenere una linea di partito inclusiva, allargando a tutti i mondi». «Martina ha avuto una possibilità ma non è riuscito purtroppo a tenere in piedi il partito in maniera unita- spiega l’assessore- Oggi dobbiamo ricostruire il partito, lo dobbiamo fare con tutti perché credo che da questo punto di vista gli ideali del lavoro, gli ideali di chi è in difficoltà abbiano necessità di una risposta e credo che Nicola Zingaretti, insieme a tutti noi, possa fare bene per tutto il partito e dare una mano a tutto il paese».
Delle Noci ha evidenziato il calo del 2% della produzione industriale che causa perdita di posti di lavoro, a tal proposito ha sottolineato la necessità di ascoltare i cittadini, di essere aperti e inclusivi. L’auspicio di Ceriscioli è quello di un partito più forte e di sostegno per le amministrative.
Tra i nomi noti che hanno aderito, oltre all’assessore al bilancio Antonello Delle Noci, l’ex senatrice Camilla Fabbri, attualmente nello staff di Ceriscioli, il vice sindaco Daniele Vimini, l’assessore Mila Della Dora, il segretario provinciale della Cgil Roberto Rossini, il presidente della provincia Peppino Paolini, il presidente della Lega Coop Marche Franco Alleruzzo  e il consigliere regionale Gino Traversini.