Unicità, diversità e parità. A maggio torna “Your Future Festival” con oltre 40 appuntamenti

La quinta edizione del festival si svolgerà dal 14 al 19 maggio nelle sedi dove si svolge la didattica e la ricerca dell’Univpm, tra Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e San Benedetto del Tronto

Conferenza di presentazione di Your Future Festival
Conferenza di presentazione di Your Future Festival

ANCONA – Unicità, diversità e parità sono i tre temi attorno ai quali saranno sviluppati tutti gli eventi di Your Future Festival, in programma dal 14 al 19 maggio. Oltre 40 appuntamenti si terranno in tutto il territorio marchigiano, nelle sedi dove si svolge la didattica e la ricerca dell’Univpm, tra Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e San Benedetto del Tronto.

La quinta edizione del festival, voluto dall’Università Politecnica delle Marche per aprirsi alle città e favorire le connessioni tra studenti e cittadinanza, tra ricerca e territorio, sta per tornare con workshop, discussioni, relazioni e momenti di intrattenimento e spettacolo. Dal Dottorato Day con la tradizionale cerimonia di conferimento del titolo di dottore di ricerca, al Career Day, occasione di incontro tra studenti aziende. Dal Microgenius Day che avvicina il mondo della scienza agli studenti delle elementari, fino ai concerti di Mirkoeilcane, Form e Stefan Milenkovich e agli spettacoli con Carlo Lucarelli ed Edoardo Leo.

«Questa edizione – spiega il rettore Sauro Longhi – sarà caratterizzata da tre temi centrali: unicità, diversità e parità. È importante abbattere tutte le barriere che impediscono l’accesso all’università ed è fondamentale dare a tutti le stesse opportunità. Come ho già detto all’inaugurazione dell’anno accademico, dobbiamo scommettere sulle ragazze. Abbiamo corsi di laurea come Ingegneria meccanica e Ingegneria informatica e dell’automazione, che danno la piena occupabilità a tre anni dalla laurea, con una percentuale di studentesse tra le più basse di tutto l’Ateneo. Dai dati emerge che le studentesse non scelgono percorsi STEM (Science, Techonology, Engineering, Mathematics). Nel nostro Ateneo per incentivare l’iscrizione di studentesse ferme al 47,5%, contro una media nazionale del 58%, abbiamo a disposizione solo due strumenti: incentivare le iscrizioni con una riduzione delle tasse per le studentesse e avviare azioni di orientamento già dalle scuole primarie agendo sul piano culturale per abbattere pregiudizi».

Il violinista Stefan Milenkovich

L’apertura del festival sarà lunedì 14 maggio con il Dottorato Day e, come da tradizione, sarà dedicata alla cerimonia di conferimento del titolo di Dottore di Ricerca per l’a.a. 2016/17. Anche quest’anno ci sarà un ospite d’onore che proviene dall’eccellenza dell’imprenditoria e la giornata si concluderà con un appuntamento musicale a cura della Form Orchestra Filarmonica Marchigiana in Aula Magna d’Ateneo, con il concerto “Da Bach ai Queen”, violino e direzione di Stefan Milenkovich. Martedì 15 maggio sarà la volta dell’Uni-Diversità Day, in cui saranno trattati alcuni temi, attraverso convegni e seminari: dalla violenza verso le fasce deboli, al diversity management, dal linguaggio di genere alla differenza di trattamento nel lavoro tra uomo e donna e il cosiddetto gender-gap sull’imprenditorialità. La giornata si concluderà con lo spettacolo in aula Magna di Ateneo con Carlo Lucarelli “Controcanti. L’opera buffa della censura”, in collaborazione con Marche Teatro.

Mirkoeilcane

Mercoledì 16 maggio sarà la volta del “Career Day“, in cui saranno presenti negli spazi della facoltà di Ingegneria 100 aziende, in aumento rispetto all’anno scorso, di queste 68 marchigiane. Gli studenti tramite il sito careerday.univpm.it possono già cercare le posizioni aperte delle aziende partecipanti e prepararsi ai colloqui di lavoro che si terranno dalle 9 alle 18. Ci saranno due corner per la revisione del curriculum e 25 presentazioni aziendali in aula. La giornata si concluderà in Aula Magna d’Ateneo con il concerto di Mirkoeilcane “Secondo me”, spettacolo in collaborazione con Musicultura (ingresso libero) .

Edoardo Leo

Giovedì 17 maggio sarà il “I² Day, International e Innovation” e sarà dato spazio all’internazionalizzazione e all’innovazione. Oltre 200 tra start up, aziende e ricercatori si incontreranno sulla «piazza» dell’innovazione per condividere tecniche e tecnologie di produzione e distribuzione di prodotti e servizi. Il pomeriggio si aprirà con uno speach di una giovane imprenditrice del settore high-tech. «Siamo onorati di collaborare con due spettacoli al Your Future Festival – dichiara Velia Papa, direttrice Marche Teatro – oltre a quello con Lucarelli, il 17 maggio nell’Aula Magna di Ateneo (ore 21) ci sarà Edoardo Leo in “Ti racconto una storia. Letture semiserie e tragicomiche”».

Venerdì 18 maggio sarà invece il “Microgenius Day” dove i bambini delle elementari incontreranno, tramite laboratori, la scienza e gli aspetti più divertimenti e interessanti raccontati dai ricercatori dell’Univpm. Circa 250 bambini delle elementari sono attesi a partire alla facoltà di Medicina. Alle ore 18, in Aula Magna, all’interno della rassegna Le Giornate dell’Anima, ci sarà invece l’incontro con Claudio Risé, psicoterapeuta e scrittore, e la moglie Moidi Paregger, medico chirurgo e psicologa per un incontro dal titolo “Cura dell’anima, il maschile e il femminile” (evento organizzato dall’Arcidiocesi Ancona-Osimo). Sabaro 19 maggio, infine, sarà il Goodbye Yff, la giornata conclusiva del festival di solito dedicata alla scoperta di una parte della città di Ancona. Quest’anno ci sarà una passeggiata a Capodimonte per conoscere la storia e la vita di quartiere.

«Questo festival è unico in Italia – dichiara il Pro rettore Giancluca Gregori – perché non si esaurisce in uno o due giorni ma dura una settimana e tratta diversi temi. Tra poco partirà la quinta edizione e credo che, in questi anni, il festival sia stato una sfida coraggiosa vinta con successo insieme». «Quest’anno Your Future Festival coinciderà con Tipicità In Blu (dal 17 al 20 maggio) – dichiara Pierpaolo Sediari, vicesindaco di Ancona – i temi del mare, della pesca, della valorizzazione del pesce e della blue economy saranno sviluppati nei laboratori per le scuole e per la città». Tra le iniziative anche la mostra “Le madri fondatrici dell’Europa”, ideata e curata dalla Dott.ssa Maria Pia Di Nonno, in collaborazione con la Commissione per le pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche.