Il sindaco Valeria Mancinelli applaude l’Anconitana e guarda al futuro

Il primo cittadino anconetano presente domenica al Del Conero ha rinsaldato il feeling tra Amministrazione comunale e società dorica: «Con Marconi condividiamo il saper porsi obiettivi con serietà. I lavori al Dorico partiranno dal primo semestre 2019»

Stefano Marconi e il sindaco Mancinelli nella conferenza stampa di questa estate

ANCONA- Tra gli oltre duemila spettatori che hanno affollato il Del Conero per Anconitana-Vigor Senigallia di domenica scorsa c’era anche il Sindaco Valeria Mancinelli. Il primo cittadino anconetano, insieme all’Assessore allo Sport Andrea Guidotti, hanno potuto apprezzare lo spettacolo in campo e sugli spalti e, nello stesso tempo, rinsaldare l’ottimo feeling da tempo esistente con il presidente Stefano Marconi:

«È stata una bella giornata, un bel vedere – ha spiegato il Sindaco Mancinelli -. Il pubblico è stato quello delle grandissime occasioni e anche la partita si è dimostrata all’altezza. Il risultato di parità (1-1 con reti di Trombetta per i dorici e Siena per i rossoblu nda) non mi sembra disdicevole». Il rimpianto è di vedere una tale cornice di pubblico in Promozione quando quest’estate in molti avrebbero sperato in un ulteriore salto di categoria: «Le regole del calcio sono quelle e purtroppo non decide l’Amministrazione comunale. Noi, dal canto nostro, abbiamo fatto di tutto per poter ripartire da più in alto ma no è stato possibile. Va detto che secondo una rigida applicazione delle regole saremmo dovuti ripartire ancora da più in basso e per questo motivo la risalita vuole qualche tempo».

Una risalita che può contare sull’unione d’intenti tra Comune e società dell’Anconitana: «Come sostiene il presidente Stefano Marconi bisogna avere grandi aspirazioni e saper fare i passi uno dietro l’altro. Le promesse a vanvera, le sparate sostenute dal nulla ci hanno portato nell’inferno dov’eravamo precipitati. Ora marciamo insieme con aspirazioni chiare e piedi per terra dicendo la verità e non illudendo. Tradotto ci poniamo obiettivi seri e li perseguiamo con serietà». Non manca una battuta per gli scettici: «Con il cuore siamo già pronti a fare la Serie A ma le cose serie si costruiscono con impegno. Il percorso fatto fino ad ora è stato importante e ci sta facendo risalire da una profondità in cui eravamo finiti a causa dei tanti cialtroni che ci sono in giro. Di queste persone non ne vogliamo più. Chiunque voglia investire, soldi in mano e serietà, può bussare in ogni momento. Apriremo anche di notte».

E poi il Dorico, uno degli argomenti topici che scalda il cuore dei tifosi: «Si partirà nel 2019 come avevano annunciato già nelle precedenti conferenze stampa. Stiamo mettendo i fondi a bilancio e l’ipotesi è che i lavori partano già nel primo semestre del 2019. L’opera non riguarderà il solo campo da gioco, che sarà comunque il primo intervento, ma interesserà a step progressivi la tribuna, la risistemazione dello spazio della gradinata, gli spogliatoi e anche l’area per il basket. Verrà anche riqualificato il settore della curva che sarà un anfiteatro a servizio di tantissime attività, non solo sportive». L’impianto anconetano a conferma dell’attenzione che questa Amministrazione pone per l’attività sportiva e l’impiantistica: «Per noi lo sport è un aspetto fondamentale e abbiamo investito milioni di euro in una fase di vacche magre. Le buone intenzioni si verificano con fatti concreti e invito chi avesse dubbi a controllare tutti gli investimenti fatti negli ultimi anni».