Gli animalisti dicono no, annullato il giro in carrozza per San Valentino

Il Comune ha ricevuto le prime risposte da parte della consulta, interpellata tardivamente sull'utilizzo dei cavalli in centro storico e inseriti nel programma di “Ancona je t'aime”. L'assessore Capogrossi: «I primi pareri arrivati sono stati negativi quindi abbiamo cancellato l'evento»

La carrozza con i cavalli per il giro in centro storico

ANCONA – Arrivano i primi pareri negativi da parte della consulta animalista sul giro in carrozza in centro storico e il Comune cancella l’evento per San Valentino. Niente passeggiata a cavallo domani. La decisione è stata presa oggi dopo la bufera scoppiata ieri sull’iniziativa legata al programma “Ancona je t’aime” (leggi l’articolo). Lav, Legambiente e Oipa hanno detto no alla possibilità di utilizzare una carrozza trainata da due cavalli bianchi e che da piazza San Francesco doveva raggiungere piazza del Senato, sotto al Duomo.

«Dopo i primi pareri negativi – spiega l’assessore Emma Capogrossi, con delega agli animali – abbiamo deciso di annullare l’iniziativa. Non sono arrivate tutte le risposte delle associazioni che fanno parte della consulta ma sono bastate quelle già ricevute per farci decidere». Il Comune ieri, dopo la contrarietà arrivata dall’Oipa e dalla Lav, accolta anche dal consigliere dei Verdi Michele Polenta, aveva subito scritto alla consulta per un parere che inizialmente era sfuggito agli uffici comunali. La stessa Capogrossi aveva parlato di una svista e si era subito attivata per rimediare. La carrozza con i cavalli aveva fatto già un primo giro sabato scorso. Domenica doveva replicare ma era stato annullato perché uno dei due cavalli era troppo affaticato. Poi erano intervenuti gli animalisti, contrari all’utilizzo degli equini in un percorso non ritenuto sicuro e adatto a loro.

«Accogliamo con piacere la sensibilità dimostrata dall’assessore Capogrossi – commenta Marisa Aquila della Lav – che ha dimostrato impegno per la tutela degli animali. Anche i cittadini che ci hanno segnalato la contrarietà alla carrozza hanno apprezzato il gesto. In futuro ci auguriamo una sempre maggiore collaborazione tra gli uffici preposti».